a volte ritornano...

L'ultima di Visco: "Il destino Italia è quello dell'Europa"

Ora che le forze politiche scelte dagli elettori cercano di esprimere un Governo che risponda ai bisogni della popolazione, dai palazzi di marmo s'inventano tutt'a un tratto che l'Italia è il perno centrale della Ue. Ma se prima neanche ci cagavano...

Redazione
L'ultima di Visco: "Il destino Italia è quello dell'Europa"

Foto ANSA

"Il destino dell'Italia è quello dell'Europa", il cui sviluppo "determina il nostro e allo stesso tempo ne dipende". Lo ha detto ieri il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, sottolineando che "è importante che la voce dell'Italia sia autorevole nei contesti dove si deciderà il futuro dell'Unione europea" e ricordando che che nei prossimi mesi sono in ballo decisioni di grande rilievo come "la governance dell'Unione, il suo bilancio pluriennale, la revisione della regolamentazione finanziaria".
   
"Per ridurre il debito - avverte - non vi sono scorciatoie". Se venisse "messo a repentaglio" il valore dei loro risparmi", ha aggiunto, "i risparmiatori reagirebbero fuggendo, cercando altrove riparo. E gli investitori stranieri sarebbero più rapidi".

Le banche "stanno superando le gravi difficoltà originate dall'economia reale" ma di fronte ai grandi cambiamenti della tecnologia e della concorrenza non devono "innalzare barriere verso altri operatori in una sterile difesa delle proprie posizioni". E' quanto chiede Visco nelle considerazioni finali secondo cui devono "adottare strategie incisive per affrontare le sfide".

Le banche italiane stanno riducendo i rischi percepiti dal mercato relativi all'esposizione sui titoli di Stato e i crediti deteriorati, ha ribadito, sostenendo che l'esposizione al settore pubblico è scesa di oltre "un quarto a 300 miliardi" mentre gli Npl sono calati di un terzo rispetto a fine 2015 a 135 miliardi. Dopo i 35 miliardi ceduti nel 2017, gli istituti italiani venderanno crediti deteriorati per 65 miliardi quest'anno. Entro il 2020 i maggiori gruppi li dimezzeranno rispetto a fine 2017.   

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

I populisti sfondano anche nella Repubblica Ceca
scomparsi i comunisti, un solo seggio all'ano

I populisti sfondano anche nella Repubblica Ceca

Adesso Macron ci scarica i migranti. Di nascosto
chieste spiegazioni all'ambasciata francese

Adesso Macron ci scarica i migranti. Di nascosto


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU