Intervista al Governatore del Veneto

Autonomia, Zaia: "Abbiamo fatto la storia, indietro non si torna"

"Abbiamo fatto una rivoluzione copernicana con la partita del referendum. Ora lo Stato ha l’obbligo di rispettare il voto dei veneti. I gruppi di lavoro sulle 23 materie previste dalla Costituzione stanno elaborando una proposta quadro"

Marco Dozio
Autonomia, Zaia: "Abbiamo fatto la storia, indietro non si torna"

Foto ANSA

Quando tutto è iniziato, l'obiettivo sembrava una chimera. “Con volontà e determinazione, abbiamo fatto una rivoluzione copernicana attraverso la partita del referendum. Il percorso dell’autonomia del Veneto dimostra sostanzialmente che volere è potere. Di fronte a noi non c’era una salita, ma un muro. Eppure ce l’abbiamo fatta”, Luca Zaia, Governatore del Veneto, parlando al Populista, ricorda le premesse di un passaggio storico, quello che ha portato nell’ottobre scorso milioni di veneti e lombardi a pronunciarsi per la prima volta nella storia, in una consultazione ufficiale, sull’autonomia. Con risultati ragguardevoli, storici, appunto.

Ora lo Stato ha l’obbligo di rispettare il voto di oltre 2 milioni e 300mila elettori, quasi il 60% degli aventi diritto in Veneto. E potevano essere molti di più, se nel pomeriggio del 22 ottobre non ci fosse stata l’esultanza generale, attraverso i social, per il superamento del quorum, che può aver indotto alcune persone a ritenere superfluo recarsi alle urne. In ogni caso è stato un successo assoluto, qualcosa da cui non si torna indietro”, spiega Zaia.  

L’enorme pressione popolare ha indotto l’esecutivo a prendere atto di un processo di cambiamento non più rinviabile: “Abbiamo firmato una pre intesa quadro col governo uscente che mette paletti e stabilisce le modalità future per continuare la trattativa. Noi confermiamo la richiesta di autonomia sulle 23 materie previste. Siamo rispettosi della Costituzione, scritta da padri costituenti che erano autentici federalisti. Einaudi, presentando la Carta costituzionale, disse che ad ognuno dovremmo dare l’autonomia che gli spetta. È il federalismo a geometria variabile promozionato dalla Lega in tutti questi anni”. 

Il Governatore guarda avanti, alle sfide di medio e lungo periodo: “Ci aspettiamo coerenza dal nuovo governo e dal nuovo parlamento: la stragrande maggioranza delle forze politiche presenti in parlamento si è dichiarata, in Veneto, favorevole all’autonomia. Noi non indietreggiamo di un millimetro. Pensiamo che uno Stato moderno debba essere federale. E negli Stati federali l’autonomia è una realtà concreta. Ora stiamo attendendo la formazione del governo per avviare questo percorso e attuarlo in tempi brevi”.

Dietro le quinte, il Veneto sta lavorando sodo per finalizzare il progetto: “I miei gruppi di lavoro per ognuna delle 23 materie continuano a lavorare con l’obiettivo di elaborare una proposta quadro radicale che vada in questa direzione. I veneti non hanno solo votato per l’autonomia, hanno scritto una pagina di storia che inaugura un nuovo corso. E questo deve essere riconosciuto. L’autonomia è efficienza. Cito Napolitano: da presidente della Repubblica diceva che l’autonomia è responsabilità. I veneti sono responsabili, e vogliono esserlo sempre di più”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Menoona Safdar, la ragazza residente in provincia di Monza e trattenuta in Pakistan dal 2017 contro la sua volontà, torna in Italia
trattenuta a forza dalla famiglia integralista

La giovane pakistana sequestrata torna in Italia. Grazie alla Lega

La Lega: "Il reddito di cittadinanza? Prima gli italiani"
l'Intervento del deputato Edoardo Ziello

La Lega: "Il reddito di cittadinanza? Prima gli italiani"

Regione Lombardia dichiara guerra alla corruzione. Su input della Lega
nasce l'Organismo Regionale per le Attività di Controllo

Regione Lombardia dichiara guerra alla corruzione. Su input della Lega


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU