Serve un sussulto di orgoglio e di autorevolezza

Europa: madre o matrigna?

Al Governo italiano mancano la credibilità e gli “attributi” per reclamare lo spirito che portò alla firma dei Trattati di Roma del 1957

Sara Garino
Europa: madre o matrigna?

Poche volte il Conte Giuseppi ha avuto ragione, men che meno nella gestione di questa drammatica e prolungata fase emergenziale: tuttavia una cosa giusta, durante la conferenza stampa di Sabato sera, l’ha pur detta. Il fatto che cioè l’Europa si trovi di fronte a un appuntamento con la Storia (quella con la “S” maiuscola, che in genere scrivono gli statisti, non i comici o le guide improvvisate, divenute Capo del Governo non “per merito” ma “per merito del caso”).


Di fronte all’epidemia di Coronavirus che – pur con strascichi sanitari ed economici più acuti per i Paesi del blocco mediterraneo – non ha e non sta di fatto risparmiando nessuno, l’Europa deve decidere quale risposta dare ai vivi e ai posteri. Soprattutto deve finalmente sciogliere la prognosi sulla sua utilità, dimostrando se esiste davvero, nei fatti, oppure se non conserva che una esangue e disarticolata ombra dell’Idea che fu. Quella dei Trattati di Roma del 25 Marzo 1957, quando sei Paesi fondatori (fra i quali l’Italia) istituirono con fiducia e volontà solidaristica la Comunità Economica Europea.


Se osserviamo le fotografie di allora e le confrontiamo con le rutilanti immagini di oggi, la differenza non sta solo nei fiammeggianti golfini fucsia e purpurei della signora Von der Leyen, contrapposti al sobrio e gessato bianco e nero del Ministro Martino o di Adenauer. Sessantatré anni fa ai tavoli sedevano uomini gravi, tutti sopravvissuti alla Guerra e volenterosi di costruire sulle sue macerie una nuova coscienza europea, che fosse garanzia di pace e sviluppo per tutti i loro popoli, al di là di rivendicazioni ed egoismi. Un’Europa dei valori e delle identità, capace di sintetizzare in una comune e coesa idea di futuro le divergenze e le contrapposizioni che ne avevano costellato i secoli. Oggi invece siamo tornati alla prevaricazione del più forte, al modello leaderistico dove qualcuno (peraltro sempre lo stesso) comanda, tirando le redini delle decisioni mentre gli altri tirano con lacrime e sangue la carretta dell’austerity.


Non è questa l’Europa che ci serve e che desideriamo. Non è come camerieri o peggio come pietanza stampata sul menu che gli Italiani vogliono stare seduti ai tavoli. Serve un sussulto di orgoglio e di autorevolezza (qualità quest’ultima drammaticamente carente dalle parti di Palazzo Chigi), per tornare a pretendere la nostra Europa: utile, solidale, madre e non matrigna!

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

La libertà è finita, arriva il reato di opinione
Il Parlamento discute la legge sulla c.d. omofobia

La libertà è finita, arriva il reato di opinione

Buffalo, si dimettono 57 agenti della squadra rapida
i loro colleghi hanno buttato a terra un anziano

Buffalo, si dimettono 57 agenti della squadra rapida

Non solo Floyd: Atlanta, due agenti licenziati per abuso di forza
negli usa "sbirro bastardo" non è una novità

Non solo Floyd: Atlanta, due agenti licenziati per abuso di forza

Buffalo, si dimettono 57 agenti della squadra rapida
i loro colleghi hanno buttato a terra un anziano

Buffalo, si dimettono 57 agenti della squadra rapida

Venezuela, l'anti-Maduro ha trovato rifugio nell'ambasciata francese
contesta il regime comunista, rischia la pelle

Venezuela, l'anti-Maduro ha trovato rifugio nell'ambasciata francese


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU