l'ennesima protesta nel varesotto

Cibo cattivo, documenti in ritardo. I clandestini bloccano Busto Arsizio

Oramai è un'abitudine, quella di occupare le strade urlando, per chiedere che vengano velocizzate le pratiche con cui vengono esaminati documenti e richieste di asilo. Quanto al cibo, farebbe sempre schifo...

Redazione
Cibo cattivo, documenti i ritardo. I clandestini bloccano Busto Arsizio

Il cibo non è buono e i documenti tardano ad arrivare e, come da copione, è esplosa l'ennesima protesta dei clandestini. Questa voltà è successo a Busto Arsizio, nel Varesotto, dopo una novantina di migranti ospiti di un centro di accoglienza hanno bloccato a metà settembre il traffico nel centro della città, occupando piazza Plebiscito per protestare per qualità del cibo servito dalla struttura e la lentezza con cui vengono esaminati documenti e richieste di asilo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la polizia locale.

Già l'anno prima era finita in gazzarra al Centro profughi di Busto, quando un ivoriano era stato beccato dalla donna delle pulizie a nascondere un (vietatissimo, può causare incendi) fornello elettrico sotto il letto. Non appena l’inserviente aveva scoperto l’elettrodomestico ed aveva sgridato il clandestino, che per inciso era intento alla preghiera del Ramadan, apriti cielo. L’ivoriano aveva cominciato a dare in escandescenze, sferrando un pugno alla vetrata del centro d’accoglienza.


Il fatto era accaduto al centro di via dei Mille ed aveva scatenato una mini-rivolta con i profughi in strada ad urlare indignati per l’intervento di una infedele, per di più donna, in pieno Ramadan; la piazzata, mentre arrivava l’ambulanza ed un’auto della polizia. Insorta la sezione locale della Lega, che aveva chiesto la chiusura della struttura. Marco Albertini, consigliere comunale leghista, aveva protestato per quanto successo: “La struttura è sovraffollata, probabilmente ci sono persone che potrebbero essere pericolose, visto l’accaduto, per cui chiediamo che venga chiusa. Su una quarantina di richiedenti asilo valutati dalla Commissione Regionale, soltanto tre hanno visto riconosciuto i requisiti per essere assistiti. Ovviamente gli altre 37 hanno già fatto ricorso”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione rubando la democrazia ai cittadini
"si sta rubando la democrazia ai cittadini "

Una maggioranza illegittima non può cambiare la Costituzione


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU