Fuoco incrociato

PD spaccato in due sul referendum: Bersani e D'Alema sulle barricate

Per Salvini "i No seppelliranno Renzi, Maria 'Etruria' Boschi e tutta la sua combriccola". L'ex premier denuncia "l'occupazione brutale della Rai da parte del governo"

Redazione
PD spaccato in due sul referendum: Bersani e D'Alema sulle barricate

Massimo D'Alema, Matteo Renzi e Pierluigi Bersani. Composizione da foto ANSA

Senza un impegno serio per modificare l'Italicum il No al referendum sarà inevitabile: all'ombra della tragedia del sisma in Italia centrale va conformandosi l'ultima trincea della minoranza Pd sulle riforme. Una trincea che potrebbe essere formalizzata in un documento nelle prossime settimane e che avrà come scenografia anche le Feste dell'Unità del Pd. A dare fuoco alle polveri ci pensa prima Pier Luigi Bersani dalla festa di Firenze attaccando sull'Italicum e paventando un "salto nel buio" se non viene modificata la legge elettorale. Nella serata di martedì 30 agosto, alla festa di Catania, è partito l'ennesimo attacco a Renzi da parte di Massimo D'Alema che, in un confronto serrato con Paolo Gentiloni, ha messo in guardia il premier: "Se vince il no al referendum si deve fare una seria riflessione sul governo".

La linea della sinistra Pd si sta chiaramente delineando: senza un cambio dell'intero impianto dell'Italicum le riforme, "legate come non mai alla legge elettorale", non avrebbero l'ok dei bersaniani. D'Alema prima di salire sul palco ha dato fuoco alle polveri: "Per il No c'è un grande spazio per i cittadini e ce n'è di meno dell'informazione, veramente controllata dopo l'occupazione brutale della Rai da parte del governo", ha sottolineato l'ex premier, che la prossima settimana dovrebbe ufficializzare i suoi Comitati per il No. "Sul referendum Renzi sta continuamente rimandando perché ha paura ma penso che i No seppelliranno lui, Maria 'Etruria' Boschi e tutta la sua combriccola", attacca Matteo Salvini. Come dimostrano anche i sondaggi più recenti, la bocciatura della riforma è ad oggi molto probabile e, nonostante il tentativo di 'spersonalizzazione' da parte di Renzi, la consultazione rimane un macigno in bilico sul futuro dell'esecutivo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La preghiera per il ramadan a Torino.
Ricerca choc sugli islamici con permesso di soggiorno

Musulmani d'Italia: uno su tre ci odia

Petizione contro Il Moretto: il nome è razzista
La Camera dà l'OK al Ddl antifascismo
le priorità della sinistra

La Camera dà l'OK al Ddl antifascismo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU