RAPPORTO ISTAT

Pochi insegnanti di sostengo, famiglie costrette a cambiarli ogni anno

Ledha (Lega per i diritti delle persone con disabilità) Lombardia: "Da capire se il miglioramento è qualitativo". Al sud le situazioni peggiori

Redazione
Foto ANSA

Un momento della protesta di decine di disabili, aderenti alla associazione 'Tutti a scuola onlus'

A livello nazionale, il rapporto alunno-insegnante di sostegno è minore di quello previsto dalla Legge 244/2007 (due alunni ogni insegnante ): ci sono, infatti, 1,6 alunni con disabilità ogni insegnante di sostengo nella scuola primaria e 1,7 nella scuola secondaria di primo grado. Le differenze territoriali sono molto marcate: la Provincia autonoma DI Bolzano, per entrambi gli ordini scolastici, ha un numero maggiore di alunni per insegnante (3,3 nella scuola primaria, 5,8 alunni nella scuola secondaria di primo grado).

Il rapporto più basso si riscontra in Molise sia per la scuola primaria con 1,1 alunni sia per la scuola secondaria di primo grado con 1,2. Gli insegnanti di sostegno, in entrambi gli ordini scolastici, svolgono prevalentemente con l'alunno attività di tipo didattico (per l'80,6% nella scuola primaria e per l'82,8% della scuola secondaria di primo grado) anche se c'è una quota, pari al 15,6% nella primaria e al 12,9 nella secondaria, che svolge prevalentemente attività di mediazione, intendendo con questa anche il contenimento di comportamenti problematici. È residuale invece la quota di insegnanti di sostegno che svolge prevalentemente attività di tipo assistenziale (intorno al 3% in entrambi gli ordini scolastici).

Aspre critiche arrivano dalle pagine de Il Fatto Quotidiano da Giovanni Merlo, direttore di Ledha (Lega per i diritti delle persone con disabilità) Lombardia, che spiega: "Dire che sono aumentati gli insegnanti di sostegno, non significa che la scuola sia migliorata. Bisogna vedere le necessità di ciascun bambino. Non abbiamo grosse segnalazioni rispetto al numero delle cattedre ma sulla presa in carico degli insegnanti di sostegno parecchie: quest’anno sono arrivati tardi, sono cambiati periodicamente, è mancata la continuità didattica”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il Papa al Te Deum: "Costringiamo i giovani ad emigrare"
bergoglio: "Superare le logiche dei favoritismi"

Il Papa al Te Deum: "Costringiamo i giovani ad emigrare"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU