esulta il sindaco di centrodestra

Sesto San Giovanni, trenta Daspo in sette giorni. "Sala faccia come noi"

Un'ordinanza vieta i bivacchi e i bisogni a cielo aperto, l'accattonaggio, il commercio abusivo, le molestie ai cittadini specie se donne o anziani

Redazione
Sesto San Giovanni, trenta Daspo in sette giorni. "Sala faccia come noi"

"Ha raggiunto quota trenta, in meno di una settimana, il numero dei Daspo urbani, con allontanamento dal territorio cittadino, effettuati nei confronti di chi fa accattonaggio, bivacca o pratica vendite abusive a Sesto San Giovanni". Lo afferma Roberto Di Stefano, primo sindaco di centrodestra di quella che era la Stalingrado d'Italia, commentando i primi risultati dell'ordinanza da lui firmata martedì scorso.

"Oltre ai daspo, che prevedono l'allontanamento dal territorio comunale - aggiunge Di Stefano - bisogna registrare anche alcuni accompagnamenti in Questura a Milano per l'espulsione dell'Italia. La nostra azione è mirata a rafforzare gli interventi per contrastare il degrado urbano. Mi auguro che altri sindaci, a partire da quello di Milano, Giuseppe Sala, facciano lo stesso".


Nell'atto siglato dal Sindaco "è fatto divieto di praticare commercio illegale ed abusivo", di "mendicare e porre in essere qualsiasi forma di accattonaggio" e di "bivaccare negli spazi pubblici, nei giardini, all'esterno di esercizi pubblici e commerciali ed in tutti i luoghi frequentati dai cittadini, ponendo in essere comportamenti che determinano lo scadimento della qualità urbana, quali la consumazione di bevande alcoliche, l'espletamento di bisogni fisiologici a cielo aperto, l'occupazione del suolo, l'intralcio per il libero transito e la molestia a cittadini, in particolare donne e anziani".


Ed esulta il consigliere comunale leghista Giacomo Ghilardi, di Cinisello Balsamo, che ci dice: "I provvedimenti attuati dalla nuova Giunta a Sesto San Giovanni in materia di sicurezza urbana saranno essenziali per ridare alla città decoro e legalità dopo oltre 70 di malgoverno di sinistra. Si tratta delle medesime proposte da me avanzate in questa consiliatura nella vicina Cinisello Balsamo, in fase di revisione del regolamento di polizia urbana. Proposte giuste ma prontamente bocciate dall'Amministrazione targata PD nonostante la situazione del decoro e della sicurezza sul territorio abbiano toccato il livello più basso mai riscontrato. La troppa tolleranza con la quale in questi anni si sono affrontati i problemi relativi a chi pratica accattonaggio molesto, abusivismo e ai numerosi rom lavavetri che invadono le nostre strade ha portato a un netto peggioramento delle condizioni in cui versa la nostra città. Le politiche attuate dal Sindaco Di Stefano, con la Lega in Giunta, potranno sicuramente trovare spazio anche a Cinisello Balsamo se, e solo se, nel 2018 ci sarà un cambio di rotta al governo della città".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU