Il business dell'accoglienza

Emergenza invasione, i prefetti ordinano: "Trovate subito altri 5.600 posti"

80 città dovranno ospitare l'enorme numero di clandestini traghettato negli ultimi giorni in Italia dalla Marina. La Lombardia: incapaci, siamo pieni

Redazione
Emergenza invasione, i prefetti ordinano: "Trovate subito 5600 posti"

Il presidente del consiglio, Matteo Renzi, con il ministro dell'interno Angelino Alfano. Foto ANSA

Nonostante il governo continui ad affermare l'esatto contrario, quella dell'immigrazione è un'emergenza che non accenna a diminuire e somiglia sempre più ad una vera e propria invasione programmata. Le navi della Marina Militare sono costrette ad andare a recuperare i clandestini a pochissimi chilometri dalle coste libiche, per poi traghettarli fino alle nostre coste, mentre le strutture di accoglienza in Sicilia e Calabria sono al collasso. L'ordine impartito da Renzi e da Alfano è quello di far posto a tutti i costi ai nuovi ospiti, perciò il Viminale ha ordinato ai prefetti di trovare soluzioni rapide per dare accoglienza a tutti quanti. Sono un'ottantina le province interessate dai nuovi ricollocamenti sul territorio nazionale: secondo il ministero dell'Interno almeno 5.600 immigrati andranno redistribuiti nelle strutture d'accoglienza sul territorio da nord a sud, per questo con una circolare ha allertato 80 prefetti per 80 province che dovranno ospitarne 70 ciascuna, oltre a quelli già presenti.

Le Regioni più colpite da questo provvedimento autoritario del governo sono Lombardia, Campania e Lazio, risparmiata invece la Sicilia che avrebbe già le strutture al completo. In questo modo i prefetti dovranno trovare una sistemazione agli immigrati in tempi brevissimi, ma non è tutto: Alfano avrebbe preparato un nuovo piano per la redistribuzione dei clandestini, che però verrà reso noto soltanto dopo le amministrative per evitare polemiche con tutti i candidati che hanno fatto una campagna elettorale anti-immigrazione, insomma gli arrivi nelle città italiane non si fermeranno e l'intenzione di Renzi è quella di continuare a fregarsene degli italiani in difficoltà per far spazio agli immigrati, che fruttano a chi campa sul business dell'immigrazione molto di più. Diverse strutture alberghiere, infatti, sono già state riconvertite velocemente in centri di accoglienza, pronte a sfruttare l'immenso business milionario.

La Regione Lombardia chiede al Governo che "le province lombarde siano escluse dal nuovo piano di redistribuzione degli immigrati" che prevedrebbe l'arrivo di ulteriori 70 clandestini in ogni provincia italiana. La richiesta è contenuta in una nota in cui l'assessore lombardo alla Sicurezza, la leghista Simona Bordonali, afferma che il territorio regionale "è saturo" e "ospita già 14.223 richiedenti asilo sui 105.000 presenti a livello nazionale e il territorio più colpito è quello di Milano con 3.078 presenze". "Il Governo italiano dimostra ancora una volta un'incapacità agghiacciante nel gestire il problema dell'immigrazione" ha affermato la Bordonali che nella nota ha accusato l'esecutivo nazionale di aver "predisposto un piano di redistribuzione di altre migliaia di aspiranti profughi, ma non dice quali siano le destinazioni per evitare contraccolpi alle elezioni amministrative del 5 giugno. Ecco chi specula davvero sugli immigrati", ha concluso l'assessore.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU