La Camera approva lo Ius Soli: sostituzione etnica!

Gianluca Donati
La Camera approva lo Ius Soli: sostituzione etnica!

Come accennato in un precedente articolo de Il Populista, in passato, ho scritto con piacere per Il Giornale del Ribelle, quotidiano online vicino al Movimento zero fondato dall’intellettuale Massimo Fini. Il Movimento zero si pone come movimento “antimodernista” e ha come “valori di riferimento” il “Manifesto dell’Antimodernità”. Non spiegherò qui per filo e per segno in cosa consiste questo programma antimodernista, mi limiterò qui a indicare che è molto ispirato alle idee di M. Fini che sono state lungamente esplicate nell’arco degli anni, tramite articoli sui giornali e la pubblicazione di saggi. Purtroppo però, il suddetto movimento (che è un movimento culturale e “metapolitico”) è composto da molte teste pensanti, molto eterogenee tra loro. Non è “compatto”. La loro pluralità di idee è una loro ricchezza culturale, ma allo stesso tempo, anche un problema. Così accadde che quando si cominciò a suo tempo a ipotizzare l’approvazione in Italia dello “Ius Soli”, il sottoscritto prese posizione nettamente contraria, mentre il direttore del Giornale del Ribelle, l’ottimo Luciano Fuschini, si schierò a favore. Ho sempre avuto grande considerazione per gli amici del Movimento zero, a partire proprio da Luciano Fuschini. Ma personalmente ritenni che dirsi “antimodernisti”, dovesse implicare l’essere strenuamente contrari allo Ius Soli (o simili), in quanto l’ideologia (perché è un’ideologia), multietnica e multiculturale, è tipica del mondo moderno e della globalizzazione capitalistica. Ritenni – e ne sono ancor più convinto adesso – che lo Ius Soli e l’antimodernismo siano due idee opposte e incompatibili. Preso atto di ciò, decisi di cessare la mia collaborazione con Il Giornale del Ribelle. Ebbene proprio in questi giorni, la battaglia sullo Ius Soli è tornata attuale più che mai, infatti, alla Camera, il testo sullo Ius Soli è stato approvato con 310 sì, 66 voti contrari e 83 astenuti. I deputati della Lega hanno urlato "Vergogna!". Quelli del Pd hanno ovviamente applaudito. Al voto finale si sono astenuti i deputati M5S, mentre contro il testo hanno votato quelli di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. Addio quindi allo Ius Sanguinis, via libera allo Ius Soli e allo Ius Culturae. Ma in cosa consiste lo Ius Soli? Ebbene: può ottenere la cittadinanza, il minore straniero, che sia nato in Italia o sia entrato nel nostro Paese entro il compimento del dodicesimo anno di età, che abbia frequentato regolarmente, per almeno cinque anni nel territorio nazionale uno o più cicli presso istituti appartenenti al sistema nazionale d’istruzione o percorsi d’istruzione e formazione professionale triennali o quadriennali idonei al conseguimento di una qualifica professionale. Nel caso in cui la frequenza riguardi il corso d’istruzione primaria, è necessaria la conclusione positiva di tale corso. La richiesta va fatta dal genitore, cui è richiesta la residenza legale, oppure dall'interessato entro due anni dal raggiungimento della maggiore età. Il vicepresidente leghista del Senato Roberto Calderoli, scrive su Facebook: "Oggi alla Camera la maggioranza ha approvato la legge che regala la cittadinanza a centinaia di migliaia di extracomunitari. Qualcuno pensa forse di poter assumere una decisione così devastante senza consultare gli italiani e infischiandosene del parere delle 'bestie' che la pensano diversamente? Aspettiamo al varco questa vergogna in Senato, faremo di tutto per impedire l'ennesimo sfregio alla Costituzione, con il quale qualcuno vuole garantirsi una nuova base elettorale, dopo aver ingannato con false promesse i veri cittadini". Le fa eco Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia) che sempre attraverso Facebook annuncia: "La geniale soluzione della sinistra per integrare gli immigrati; regalare la cittadinanza e svendere la nostra identità, la nostra storia e la nostra cultura. Per noi la cittadinanza non può essere un automatismo, ma una scelta che deve essere richiesta e celebrata. Diventare cittadino italiano non può essere un fatto burocratico, ma un atto d'amore. Per questo, Fratelli d'Italia ha votato contro la proposta di legge approvata oggi dalla Camera e raccoglierà le firme per cancellarla con un referendum abrogativo". E in questo verso si sta già muovendo anche il movimento politico della destra radicale Forza Nuova, i quali militanti nel pomeriggio, oltre ad informare le persone, hanno raccolto delle firme contro lo Ius Soli che intende «regalare la cittadinanza italiana immediata a chiunque nasca in Italia» – dice Olivotto che aggiunge – «Per noi è una follia ecco perché Forza Nuova nei prossimi mesi sarà in piazza per battersi a difesa dello Ius Sanguinis» (è italiano chi è figlio di italiani). Il testo di legge sullo Ius Soli, è per adesso passato solo alla Camera, in attesa di essere approvato anche al Senato. Solo allora sarà effettivamente legge. Quindi la prima battaglia da combattere, si svolgerà a Palazzo Madama. Se anche lì dovessimo capitolare, il prossimo passo sarà il referendum abrogativo, per difendere la Patria da quella che è una vera e propria sostituzione etnica.

Livorno LI, Italia

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Salvini a Saviano: "Macché scorta? Fatti una vita a spese tue"
3 milioni di euro all'anno. e noi paghiamo

Salvini a Saviano: "Macché scorta! Fatti una vita a spese tue"

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU