chi la fa l'aspetti

Virus letale, Fontana non c'entra. Partono le inchieste sul Governo

Compagni e grillini chiedevano la testa del Governatore lombardo per non aver istituito la zona rossa nella Bergamasca. Non era compito suo. Ed ora nel mirino finiscono i ministri...

Redazione
Virus letale, Fontana scagionato. Partono le inchieste sul Governo

"Quando in Italia è piombato il coronavirus avevamo sì come ministro della Salute Roberto Speranza, ma anche assai poche speranze di approntare una difesa sanitaria degna di questo nome come poi effettivamente si è visto. Lo ha raccontato in un lungo documento sullo stato della finanza pubblica la Corte dei Conti, che a differenza di altre istituzioni della Repubblica non è ancora diventata corte di Conte e non risparmia così critiche all’impreparazione e inefficienza di questo governo. Mancavano medici e infermieri (9mila addirittura erano emigrati all'estero) più che terapie intensive, che è invece il refrain di buona parte dell'attuale maggioranza politica. Di più: la mancanza di un efficace sistema di assistenza sul territorio ha lasciato la popolazione senza protezioni adeguate". Lo riporta oggi il quotidiano romano Il Tempo, che annuncia le indagini di diverse procure sull'operato del Governo.

Lo aveva già annunciato il  procuratore generale di Brescia, Guido Rispoli: nelle numerose denunce presentate alle procure del distretto di Corte d’appello sono segnalati anche “rappresentanti del Governo". E "non vanno giù a Giuseppe Conte le parole del procuratore aggiunto di Bergamo Maria Cristina Rota, a proposito della mancata istituzione della zona rossa nei comuni lombardi di Nembro e Alzano. "Da quel che ci risulta è una decisione del governo", aveva detto il magistrato, dopo aver ascoltato i fatti ricostruiti dalla viva voce del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. Una dichiarazione che di fatto sembra scagionare il Governatore", ha scritto La Stampa.

Incalza il Corriere della sera: "Chiamato a testimoniare, il governatore Attilio Fontana ha assicurato di non aver ricevuto alcuna pressione dagli industriali e ha spostato la responsabilità sull’esecutivo giallorosso: "Era pacifico che la decisione spettasse al governo". E adesso non è escluso che il presidente del Consiglio e altri ministri possano essere ascoltati dai magistrati".
 


 

 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Immigrati, dopo lo sbarco a Noto i poliziotti finiscono in isolamento
Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

L'ultima cazzata del Governo: il reddito di nascita
ma dove li trovano tutti questi soldi?

L'ultima cazzata del Governo: il reddito di nascita

Il Bonus vacanze? Non se lo caga nessuno...
dubbia pensata per rilanciare il turismo post-covid

Il Bonus vacanze? Non se lo caga nessuno...


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU