FUOCO AMICO

Salvini: “Conte faciliti le adozioni, gli porto un dossier”

Per il Ministro dell'Interno siamo in un periodo surreale, e riguardo Verona: “Neanche fossi andato ad un congresso di scippatori”

Andrea Lorusso
Salvini: “Conte faciliti le adozioni, gli porto un dossier”

Foto ANSA

Divorzio e legge sull’aborto non si toccano, lo ha detto chiaro, netto ed inequivocabile il leader della Lega, che per quanto riguarda i diritti acquisiti non si torna indietro, non è nel Contratto di Governo, e piuttosto si deve guardare avanti. Eppure è stato contestato in ogni modo per la partecipazione al Congresso mondiale della famiglia di Verona, dal quale palco ha ironizzato: “È stato un periodo surreale. Neanche se uno andasse ad un congresso di scippatori, di molestatori seriali. Dementi, sfigati, ultradestra. Io non credo più a queste distinzioni, siamo nel 2019. Non ci sono più fascisti – comunisti sì!”

“Ognuno fa l’amore con chi vuole, ognuno va a cena con chi vuole. Io sono uomo di sostanza, non bado alla forma. Ci sono 30mila bambini che aspettano un’adozione.” E qui la punzecchiatura è agli alleati dell’Esecutivo, con il Sottosegretrio alla Presidenza del Consiglio Vincenzo Spadafora (M5S), che a Maggio ha annunciato un evento per Gay e Trans.

Sale la tensione anche nei confronti dello stesso Presidente Conte: “Diciamo che su questo tema mi aspetto di più dal Presidente del Consiglio, ha nominato la Commissione adozioni internazionali che la sinistra aveva affossato da anni, senza interpellare il Ministro con delega alla Famiglia. Visto che si è fatto carico personalmente del tema adozioni, sarò il primo a stimolarlo. Gli porto un dossier sulle adozioni ferme in Italia.”

Non è passata nemmeno inosservata l’uscita infelicissima sullo ius soli del Premier: “Auspico che si avvii nel Paese, nelle sedi opportune, una riflessione seria.” Lo stesso Di Maio s’è affrettato a ricordare come questa fosse una posizione personale ed umana, ma per la Lega è stato un durissimo pugno nello stomaco. Come ha potuto trasformare un cavallo di battaglia sacro per il Carroccio, in un tema barattabile sul tavolo?

È stato evidente a tutti che in queste settimane l’Avvocato del popolo abbia giocato di più a quello del Diavolo, facendo le pulci in casa Salvini e dando più gas al motore del consenso inceppato del Movimento 5 Stelle. Forse è meglio che trovino dei temi originali e propri su cui battere per la campagna elettorale, perché fare da argine alla Lega, è come boicottare i successi del coniuge. Non è carino, agli occhi degli elettori.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Benevento, "risorsa" segaiola gira nuda tirandosi le pippe
quando ha visto una donna ha iniziato a toccarsi

Benevento, "risorsa" segaiola gira nuda tirandosi le pippe

E al Pirellone i Cinquestelle cavalcano il...Gretinismo
andarono per suonare e furono suonati

E al Pirellone i Cinquestelle cavalcano il...Gretinismo

I leghisti veneti: "Una Pontida da record"
"basta con gli inciuci di palazzo"

I leghisti veneti: "Una Pontida da record"

L’alba del rabbino convertito
Memorie scomode: l’ex rabbino capo di Roma Israel Zolli

L’alba del rabbino convertito

L’alba del rabbino convertito
Memorie scomode: l’ex rabbino capo di Roma Israel Zolli

L’alba del rabbino convertito

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"
la "teologia sbagliata" di bergoglio

Papa Francesco: "L'inferno non esiste"

La storia del cantante contro tutte le dipendenze
Anteprima nazionale del film “Una canzone per mio padre”

La storia del cantante contro tutte le dipendenze


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU