Mentre i terremotati dormono in tenda

Milano, Sala teme reazioni e riempie di nascosto la caserma di clandestini

Iniziato in anticipo di un giorno rispetto al previsto il trasferimento degli immigrati nella caserma Montello, ma la Lega annuncia battaglia

Redazione
Milano, Sala teme reazioni e riempie di nascosto la caserma di clandestini

Beppe Sala, la Montello e Matteo Salvini. Composizione da foto ANSA

Mentre almeno 100mila sfollati italiani sono costretti, a causa del terremoto, a dormire in macchina o quando va bene nelle tende, il sindaco Pd di Milano, Beppe Sala, molto probabilmente per il timore che i cittadini milanesi potessero mettere in atto proteste come quelle attuate dagli abitanti di Gorino per difendersi dall'invasione, ha deciso di anticipare alla mattinata di oggi l'apertura del nuovo campo profughi presso la caserma Montello, che si trova nel quartiere di Quarto Oggiaro, che era stata invece programmata per domani.

Nei giorni scorsi si erano tenute manifestazioni di protesta, alle quali aveva preso parte anche il leader leghista Matteo Salvini il quale aveva preannunciato barricate per impedire l'ingresso nella struttura dei 300 clandestini previsti. Questa mattina però, cercando di anticipare la prevedibile reazione popolare, è stata presa la decisione di dare il via in anticipo di un giorno al trasferimento. I residenti hanno visto scendere gli immigrati dai pullman ed entrare nell'edificio e intorno a mezzogiorno è arrivata la conferma da parte della prefettura.

"Milano come Goro", era stata la minaccia dei leghisti, con Salvini intenzionato a rovinare i piani di prefettura e Comune. Sfruttando probabilmente anche il fatto che in questi giorni i media sono impegnati nella copertura delle nuove scosse di terremoto che hanno colpito il centro Italia, il sindaco Sala e il prefetto Marangoni hanno quindi deciso di dare il via alla chetichella al riempimento della caserma. I residenti del quartiere, sostenuti dalla Lega, non si danno però per vinti e annunciano nuove iniziative per far sentire la loro voce.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU