stupro di gruppo al centro accoglienza

Al Cara di Bari l'ultima delle "risorse": l'african gang bang

Cinque nigeriani hanno dapprima bloccato una connazionale, di 24 anni, e poi l'hanno costretta, sotto la minaccia di un coltello, a subire uno stupro

Redazione
L'ultima delle "risorse" in azione: gang bang al Cara di Bari

Agenti della Polizia hanno arrestato quattro di cinque presunti componenti di una gang nigeriana per violenza sessuale di gruppo compiuta nei confronti di una giovane connazionale all'interno del Centro Accoglienza Richiedenti Asilo di Bari. L'ordinanza di custodia in carcere è stata emessa dal gip del Tribunale su richiesta della Procura.

I cinque nigeriani sono ritenuti responsabili, in concorso, di violenza privata e violenza sessuale di gruppo. Gli arrestati hanno tra i 21 ed i 37 anni. Quattro degli uomini raggiunti dalla misura cautelare sono stati arrestati a Bari e nella provincia barese e portati in carcere, mentre un quinto è ricercato.

Nei primi giorni del maggio 2017 i cinque avrebbero fatto irruzione all'interno di un modulo abitativo del Centro Accoglienza di Bari-Palese e hanno dapprima bloccato una ragazza nigeriana, di 24 anni, e poi l'hanno costretta, sotto la minaccia di un coltello, a subire un rapporto sessuale non consenziente. La vittima ha poi avuto il coraggio di denunciare l'episodio.
   

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Piange Boldrini, le urne l'hanno rottamata
Salvini strozzato a Cagliari: la democrazia Isis-style delle zecche rosse
nuove scritte offensive contro il ministro dell'interno

Salvini strozzato a Cagliari: la democrazia Isis-style delle zecche rosse

Milano, indiano molesta ragazzina sul bus: "Ma che, mi arrestate?"
credono di poter fare tutto quello che vogliono...

Milano, indiano molesta ragazzina sul bus: "Ma che, mi arrestate?"

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"
stupro di rimini, l'avvocatessa buonista

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU