primo cittadino, prima stupidata

La Raggi si renzizza: mette la TARI in bolletta

Per colpire quel 20% di romani "morosi", il sindaco grillino rischia di penalizzare la stragrande maggioranza di virtuosi, che si vedranno arrivare tutt'a un tratto una megabolletta fuori budget familiare...

Redazione
La Raggi si renzizza: mette la TARI in bolletta

Foto ANSA

Il sindaco pentastellato Virgina Raggi ha una formula tutta sua per risolvere il problema dei romani che non pagano la tassa sulla spazzatura. Metterla in bolletta. Per ora è solo una proposta che, nelle intenzioni del Primo Cittadino pentastellato, dovrebbe servire a porre un freno al malcostume per il quale un contribuente su cinque non paga la TARI. Una "renzata", questa, bella solo all'apparenza. Perché se la tassa sui rifiuti di Roma (che è già salata di per sé) venisse realmente caricata nella bolletta della luce, assieme ai 70 euro del canone Rai, per i romani sarebbe una sberla non da poco. Non solo, per colpirne uno la Raggi finirebbe per colpirne altri quattro. La "mazzata" in bolletta - anche se in due rate - probabilmente non peserebbe più di tanto sui furbetti che con mille sotterfugi le tasse non le pagano, ma penalizzerebbe ulteriormenten i virtuosi (magari pensionati con reddito minimo o famiglie in difficoltà) che invece le tasse le hanno sempre versate e che, di botto, si vedrebbero recapitare a casa la bolletta supermaggiorata.


Per di più, secondo i dati, i "portoghesi" della bolletta, il 20% dei romani, non è proprio detto che romani siano. Visto che una buona fetta di evasori sono gestori di negozi, presumibilmente etnici: 30.000 su 160.000 quelli che non pagano. È un sospetto maligno, per carità. Chiediamo venia. Ma indubbiamente una buona fetta di "colpevoli" non sono i normali cittadini. E visto che son solo 30.000, in una città da due milioni e mezzo di abitanti, è prorpio così difficile beccarli uno ad uno? Perché fare "renzianamente" di tutt'erba un fascio?


Virginia Raggi la proposta l'ha buttata sul tavolo (come amano dire i grillini). Bisognerà vedere se dunque il Comune deciderà di inserire la tassa sui rifiuti nella bolletta Enel o, in alternativa, in quella dell'acqua, di Acea Spa. Con la speranza che si abbia il buon senso di non caricarvi in contemporanea anche il canone Rai. In ogni caso, quella dei rifiuti rischia di essere, per la Raggi, una tegola (ereditata) assai pesante. Che le ha già attirato gli strali del Direttorio 5Stelle per il ruolo dell'assessore all'Ambiente Paola Muraro, al centro di inchieste per conflitti d'interesse e a rischio dimissioni; una vicenda che ha già visto cadere le prime teste, con le dimissioni di Daniele Fortini, presidente dell'Ama (l'azienda che si occupa della raccolta rifiuti; 600 milionid i debiti verso banche e fornitori) e la nomina del nuovo Cda, in contemporanea con l'apertura di un'istruttoria da parte dell'Anac, Autorità nazionale anticorruzione, "in relazione alla gestione rifiuti a Roma".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Schiforma Renzi: Sabina Guzzanti imita la Boschi e...
come dire la verità ridendo e scherzando

Schiforma Renzi: Sabina Guzzanti imita la Boschi e...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU