dalle moschee era già stato cacciato

Napoli: denunciato clandestino marocchino. Entrava in chiesa e pregava Allah

L'uomo, 43enne, entrava nelle basiliche del capoluogo partenopeo, stendeva a terra un tappetino e si inginocchiava verso la Mecca. Dopo le continue rimostranze dei preti, alla fine è stato arrestato

Redazione
Napoli: denunciato clandestino marocchino. Entrava in chiesa e pregava Allah

Probabilmente qualcuno ha equivocato l'iniziativa della Chiesa, che ha invitato i musulmani ad una preghiera collettiva di pace nei luoghi di culto del cattolicesimo. Perché un immigrato del Marocco, già allontanato dalle moschee, deve essersi sentito legittimato nel suo operato, visto che da tempo aveva preso l'abitudine di recarsi a pregare (islamicamente) nelle chiese di Napoli, dove stendeva a terra un tappetino e si inginocchiava verso la Mecca. Che nei Paesi arabi più integralisti le chiese - costruite non certo dalle autorità islamiche ma dagli europei nell'epoca coloniale - siano state "riconvertite" in moschee è noto a tutti i musulmani. Anche a lui, evidentemente.


Perchè quell'uomo di 43 anni, che si incaponiva ad utilizzare le nostre chiese come moschee, era stato segnalato più volte da parroci e da fedeli della Basilica napoletana del Carmine, in piazza del Carmine, ed in una chiesa nei pressi di Porta Capuana, nel centro antico del capoluogo. Giovedì mattina gli agenti della sezione antiterrorismo della Digos della Questura di Napoli lo hanno fermato in piazza Garibaldi. Dai controlli effettuati è emerso che il marocchino era stato colpito dall'ordine di lasciare il territorio nazionale emesso nel luglio scorso dal Questure di Napoli, al quale non aveva ottemperato. I poliziotti lo hanno denunciato ed accompagnato al Cie (Centro di identificazione ed espulsione) di Brindisi in attesa del rimpatrio.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU