assunzioni pilotate?

Pistoia, indagati sindaco e tutta la giunta PD. Associazione a delinquere e abuso d'ufficio

L’inchiesta è partita da una denuncia presentata da alcuni dipendenti dell’amministrazione comunale pistoiese. La Procura conferma la notizia, che doveva restare segreta

Redazione
Pistoia, indagati sindaco e  tutta la giunta PD. Associazione a delinquere e abuso d'ufficio

Il sindaco Bertinelli, la cui candidatura fu sostenuta da Bersani. Foto ANSA

Grane in vista per la giunta di Pistoia, targata PD. Perché sono 16 le persone indagate a Pistoia, a cominciare dal sindaco e da tutti e cinque gli assessori, nonché funzionari e dirigenti pubblici. I reati contestati ai membri della giunta della città toscana, che l'anno prossimo andrà al voto e che fino a domenica ospiterà la festa regionale dei Democratici, vanno dall’associazione a delinquere finalizzata alla corruzione all’abuso d’ufficio e dalla concussione al falso. L’inchiesta è partita da una denuncia presentata da alcuni dipendenti dell’amministrazione comunale pistoiese.

 "Interferenze nelle graduatorie per l’assunzione dei dirigenti comunali” è l'accusa rivolta poi al Primo Cittadino Samuele Bertinelli (PD).Ma oltre al sindaco, sono indagati il vicesindaco Daniela Belliti e gli assessori Tina Nuti, Mario Tuci, Elena Becheri e Giuliano Palagi). Le accuse sono pesanti e le indagini sono state condotte per mesi, in gran segreto, dai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Pistoia. "Si tratterebbe di una coda, assai acida, delle polemiche sorte intorno alla riorganizzazione a Palazzo di Giano. Scelte fortemente contestati da consiglieri dell’opposizione e anche dalla locale Cgil, che aveva ripetutamente gridato a irregolarità", ha scritto il quotidiano La Nazione. "Secondo le accuse, Bertinelli e la sua giunta avrebbero interferito nei concorsi e alterato le graduatorie per favorire assunzioni di nuovi dirigenti. Propiziando quelli graditi – pronti a mettersi in linea con le decisioni della giunta – a discapito di quei dirigenti meno malleabili. Verso quest’ultimi, hanno ricostruito i carabinieri, sarebbero state compiute anche vessazioni".

E le grane non finiscono qua. Perché il procuratore della città toscana, Paolo Canessa, ha aperto un fascicolo per violazione del segreto di ufficio dopo la pubblicazione sulla stampa della notizia sulle indagini in corso. Chiaramente si cerca la gola profonda che ha spifferato tutto ai giornali. Il procuratore conferma peraltro l'inchiesta: "Sono in corso accertamenti relativi a presunti comportamenti illeciti di appartenenti all'Amministrazione comunale", anche se "non sono state emesse informazioni di garanzia".

Il sindaco Bertinelli, da parte sua, si è limitato a postare su Facebook, giovedì mattina, un commento in cui dice di non aver ricevuto ancora nessuna comunicazione da parte della magistratura. “Le procedure relative alla selezione del personale”, ha scritto, “sono state seguite da questa amministrazione secondo criteri di massima trasparenza, pubblicità e con assoluto rigore”. Chi ha sporto denuncia non sembra pensarla così.


Nel 2012 la candidatura di Bertinelli era stata sostenuta direttamente da Pierluigi Bersani. Per l'occasione, 139 sostenitori del candidato concorrente sconfitto alle primarie, il docente universitario Roberto Bartoli, avevano restituto la tessera del partito (nel giorno in cui Bersani era arrivato a Pistoia per sostenere Bertinelli, per rendere ancora più clamorosa la protesta), dichiarando che il PD locale aveva difeso "con programmatica continuità e crescente spudoratezza gli interessi, per lo più personali, di alcune figure di spicco della maggioranza del partito". Bartoli fu successivamente escluso dalla lista PD per il consiglio comunale.


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU