Salta un altro asse della rotta balcanica

Anche la Serbia dice no agli immigrati

Seguito l'esempio di Slovenia, Croazia e Macedonia. Le autorità non vogliono più accogliere un solo migrante. Peccato che il Paese sia una via d'accesso all'Ungheria, per la disperazione di Viktor Orban

Redazione
Anche la Serbia dice no agli immigrati

Foto ANSA

Il presidente ungherese Orban ha detto che non li vuole e ha messo in campo misure per bloccare il passaggio di clandestini dalla Serbia

E da parte sua anche la Serbia dice di no all’Europa e decidere di chiudere le frontiere per bloccare ai confini l’ondata di immigrati lungo la rotta balcanica, seguendo l’esempio di Slovenia, Croazia e Macedonia. È il ministro dell’Interno di Belgrado, Nebojsa Stefanovic, ad annunciarlo: "In assenza di una politica comune europea sui modi di trattare e risolvere la crisi dei migranti la Serbia si comporterà allo stesso modo di Germania, Austria e dei paesi vicini che fanno parte della Unione europea".

"La Serbia si aspetta che l’Europa arrivi a una posizione comune sulla crisi dei profughi, ma se ciò non avverrà noi seguiremo Germania e Austria: se loro dicono che non accoglieranno altri profughi, lo stesso farà la Serbia", ha detto Stefanovic alla tv pubblica Rts. "Noi non possiamo accoglierne né 20 né 50 né 1000", ha affermato il politico, notando come nelle ultime settimane Slovenia, Croazia e Macedonia avessero cominciato ad applicare le restrizioni alla frontiera che comporta la chiusura effettiva della rotta dei Balcani per i rifugiati.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU