Clandestini in lombardia

Assessore leghista lancia l'allarme: "Pochi rimpatri"

In Lombardia il 43% dei detenuti sono stranieri ed i rimpatri viaggiano a rilento. Con le conseguenze che tutti ben conosciamo

Redazione
Assessore leghista lancia l'allarme:

Foto ANSA

Troppi stranieri in Lombardia. Quanto meno, quelli che sono in galera: quasi la metà dei presenti. Qualcuno comincia ad interrogarsi...

Troppi clandestini in Lombardia. A lanciare l'allarme l'assessore alla sicurezza di Regione Lombardia Simona Bordonali, che ha rimarcato come "in Lombardia la popolazione carceraria straniera si attesta al 43 per cento a fronte di una percentuale di popolazione straniera totale del 13 per cento. Serve dunque una riflessione molto profonda. C'è molta preoccupazione sull'immigrazione irregolare, che è in aumento. E' il risultato del mancato rimpatrio di coloro che richiedono asilo e vedono rigettare la propria domanda".

I numeri del Viminale dicono che su 153.000 immigrati sbarcati in Italia nel 2015 solo 14.000 immigrati clandestini sono stati rimpatriati nel proprio Paese di provenienza. Una percentuale minima rispetto ai 70.000 che non hanno nemmeno richiesto asilo, ai quali vanno aggiunti i 40.000 ai quali non è stata riconosciuta alcuna forma di protezione internazionale. "Per permettere una reale integrazione degli stranieri già presenti sul nostro territorio", ha dichiarato l'assessore Bordonali, "è necessario bloccare nuovi arrivi ed eseguire il rimpatrio di coloro che non hanno diritto a rimanere. Rischiamo di annullare il lavoro di integrazione fatto finora. Servono accordi internazionali con i paesi che non sono in guerra e da cui arriva la maggior parte dei richiedenti asilo".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Fate la carità". E in centro a Desio finisce a cazzottoni
ennesima rissa tra pakistani in brianza

"Fate la carità". E in centro a Desio finisce a cazzottoni

"Fate la carità". E in centro a Desio finisce a cazzottoni
ennesima rissa tra pakistani in brianza

"Fate la carità". E in centro a Desio finisce a cazzottoni


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU