Intervista a Goldberg di 'The Atlantic'

Mohammed Bin Salman: "Israele ha diritto al proprio stato-nazione"

Storica dichiarazione del principe saudita come 'Il Populista', unico organo d'informazione nel panorama della stampa italiana, aveva anticipato

Max Ferrari
Mohammed Bin Salman: "Israele ha diritto al proprio stato-nazione"

Il principe Mohammed Bin Salman

Soli e isolati nel panorama della stampa italiana, nel corso dell'ultimo anno abbiamo scritto parecchi pezzi che descrivevano con favore il nuovo corso saudita guidato da principe ereditario Mohammed Bin Salman (MBS). Mentre gli altri scrissero che il primo viaggio all'estero di Trump (con tappa a Ryad e Gerusalemme) era una sciagura che avrebbe provocato nuova tensione e nuove guerre, noi spiegammo che con quel viaggio si apriva un nuovo capitolo nella storia del Medio-Oriente che avrebbe portato ad una normalizzazione dei rapporti tra sauditi e israeliani (qualcosa che pareva addirittura impensabile) con benefici risvolti per la stabilizzazione non solo di quell'area ma di tutto il Mediterraneo, con quel che ne consegue in termini di immigrazione incontrollata, terrorismo e radicalizzazione.

Ad aiutarci a capire è stato anche il coraggioso e innovativo lavoro dei colleghi di ArabNews, giornale in lingua inglese più diffuso nei paesi arabi che proprio oggi assume una nuova veste e lancia un ambizioso progetto Vision 2020 per diventare opinion leader di una regione che cambia ad una velocità che pareva incredibile ma è reale, come ci aveva assicurato il direttore Faisal J. Abbas in una lunga intervista a dicembre.

Ma veniamo all'intervista storica rilasciata da Mbs, in viaggio negli USA, a Jeffrey Goldberg di The Atlantic. Dopo aver ribadito che le riforme continueranno, aver assicurato grande attenzione per l'emancipazione delle donne, e aver ribadito la lotta durissima contro il radicalismo islamista, le organizzazioni estremiste e terroriste (che per paradosso non sono perseguite in Italia), il principe risponde ad una serie di domande sulla questione israelo-palestinese che qua e là sono state riassunte in maniera più o meno fedele, ma che noi riportiamo per intero.

Goldberg chiede: "Lei crede che gli ebrei abbiano diritto ad uno stato-nazione almeno in una parte della loro terra ancestrale?". Il principe risponde: "Credo che ogni popolo, ovunque, ha diritto di vivere pacificamente nella propria nazione. Penso che i palestinesi e gli israeliani hanno diritto di avere la loro terra. Dobbiamo avere un accordo di pace che assicuri la stabilità per ognuno e assicuri relazioni normali". Goldberg incalza: "Non ha obiezioni religiose sulla esistenza di Israele?". MBS risponde: "Abbiamo preoccupazioni religiose sul destino della moschea santa a Gerusalemme e sui diritti dei palestinesi, ma non abbiamo nessuna obiezione contro altri... il nostro Paese non ha problemi con gli ebrei. Il nostro profeta sposò una donna ebrea. Lei può trovare molti ebrei in Arabia Saudita, provenienti da America ed Europa. Non ci sono problemi tra cristiani e musulmani ed ebrei".

Goldberg chiude con: "Pensa che sia il problema iraniano a mettere insieme sauditi e israeliani? Senza Iran può immaginare una situazione nella quale avete altri interessi in comune?". MBS: "Israele è una grande e crescente economia e certamente ci sono molti interessi che condividiamo e, se ci sarà pace, ci saranno molti interessi tra Israele, le nazioni del Consiglio di Cooperazione del Golfo e Paesi come Egitto e Giordania". Una visione chiarissima dunque. L'unica a vagare nella nebbia e nell'errore è la sinistrata UE.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU