a castelnuovo di porto a roma

Nuova "stranezza" ai seggi: rappresentanti del No esclusi dallo scrutinio

Gli scrutatori del voto estero non sono stati ammessi "per una questione burocratica" dai funzionari della Corte di Appello responsabili degli accreditamenti dei rappresentanti di lista

Redazione
Nuova "stranezza" ai seggi: rappresentanti del No esclusi dallo scrutinio

La delegazione dei comitati del No incaricata di seguire lo scrutinio del voto all'estero per il referendum nella struttura di Castelnuovo di Porto della Protezione Civile dove sono stati allestiti gli appositi seggi non sono stati ammessi "per una questione burocratica" dai funzionari della Corte di Appello responsabili degli accreditamenti dei rappresentanti di lista. Lo denuncia il gruppo parlamentare di Sinistra Italia, sostenitrice del No, definendo "inaccettabile" l'esclusione della delegazione del No. Con richiesta di "risolvere nei prossimi minuti" l'impasse, nella convinzione che l'errore non sia da addebitarsi ai comitati del No ma alla burocrazia.

"Quello che è accaduto in queste ultime ore a Castelnuovo di Porto", denuncia Sinistra Italiana, "ha dell'incredibile : i rappresentanti designati dal No non sono stati ammessi ai seggi sostenendo che non sono erano state consegnate le designazioni. Ad una nostra attenta verifica abbiamo appurato che ieri sabato 3 dicembre 2016 alle ore 11.20 il responsabile elettorale nazionale di Sinistra italiana ha consegnato in corte d'appello la comunicazione dei rappresentanti ai seggi designati dalla senatrice De Petris delegata dei senatori proponenti il referendum".


"La corte d'appello ha erroneamente inserito le designazioni tra i promotori del Sì. Questo errore ha impedito fino ad ora per ottusità burocratica la possibilità di esercitare le funzioni di garanzia da parte dei rappresentanti del No. Una disponibilità e accortezza maggiore da parte dei presidenti di seggio e da parte dei funzionari presenti avrebbero risolto in breve tempo questo problema. Sta di fatto che i seggi del voto degli italiani all'estero hanno iniziato le operazioni di voto senza la presenza dei rappresentanti dei promotori per il no. In aperta violazione della legge".

"Una cosa", conclude Sinistra Italiana, "inaccettabile nel 21esimo secolo. Ci auguriamo che nei prossimi minuti il problema venga risolto, perché non ci possono essere ombre su questa consultazione". Analogo trattamento anche per i grillini. "Ci hanno impedito di entrare per prendere parte alle operazioni di spoglio dei voti degli italiani all'estero qui a Castelnuovo di Porto. Siamo gli unici che sono stati lasciati fuori e questa è davvero una scorrettezza grave!". Lo denuncia il consigliere regionale M5S del Lazio, Davide Barillari. 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Immigrati, chi ci campa?
accoglienza e bastonate

Immigrati, chi ci campa?

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita
carpi, Vittima 19enne per bottino da 100 euro

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU