la protesta di fedriga e centinaio

Minacce a Salvini, la Lega: "Dove sono le anime belle della Sinistra?"

"A chi minaccia Salvini consigliamo di studiarsi un po' storia e di parlare con le famiglie di chi è morto negli anni di piombo così da imparare un po' d'umanità"

Redazione
Minacce a Salvini, la Lega:  "Dove sono le anime belle della Sinistra?"

"Provano a fermarci in tutti i modi. Calunnie, intimidazioni persino minacce ma nessuno può fermare chi ha il consenso della gente ed è forte della ragione delle proprie idee. A chi minaccia Matteo Salvini, rappresentandolo come Aldo Moro, consigliamo di trovarsi un buon avvocato, di studiarsi un po' storia e di parlare con le famiglie di chi è morto negli anni di piombo così da imparare un po' d'umanità". Lo affermano i presidenti dei gruppi parlamentari della Lega Nord Massimiliano Fedriga e Gian Marco Centinaio.

"Siamo stanchi della democrazia a senso unico, della solidarietà a parti alterne. La violenza in ogni sua forma deve essere condannata senza se e senza ma. Dove sono oggi le anime belle della sinistra?''. Domandano in conclusione Fedriga e Centinaio.


Il riferimento dei due parlamentari è al fotomontaggio postato su Facebook (e poi prontamente rimosso a polemica scoppiata) da Vento ribelle, community anarchica che vanta collegamenti in tutta in Italia (come mostra la locandina sottostante), che ha come logo il black bloc Carlo Giuliani, che chiede la ghigliottina (presumibilmente per i politici), che non lesina attacchi al vetriolo a Salvini e che è seguita da 113.288 persone, che mostra il leader leghista come Aldo Moro, imbavagliato e con la bandiera delle Brigate Rosse alle spalle. "Incredibile. Questa è vera violenza. Non mi fanno paura, mi danno ancora più forza: andiamo a governare!", aveva commentato il segretario della Lega su Facebook dove ieri ha postato una foto di "vento ribelle" che ritrae Salvini imbavagliato davanti al simbolo delle brigate rosse con il commento "ho un sogno". "Oggi stesso denunceremo l'autore", dice Salvini, "e attendo reazioni scandalizzate come quelle dei giorni scorsi dove è stato detto tutto e il suo contrario su episodi di presunta violenza".


"Sono altrettanto sicuro", ha proseguito il leader della Lega Matteo Salvini, "che di fronte a tante inaccettabili minacce si aprirà anche un serio dibattito sulla violenza vera e non presunta. Ovviamente mi auguro che dopo tante chiacchiere su fake news e violenza, su Facebook partano indagini vere e approfondite sull'autore di questo gesto".






LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU