SCHEGGE DVRACRVXIANE

Corsi di pugilato gratis ai migranti (così che gli italiani possano essere pestati meglio)

0
Helmut Leftbuster

Helmut Leftbuster

Helmut Leftbuster nasce a Roma abbastanza tardi da essersi goduto i mefitici effluvi scolastici e universitari del ’68. Nella vita non scrive (semmai parla!), ma lo fa per passione e missione, essendo un convinto assertore di quelle libertà di pensiero e di opinione che, ben 3000 anni dopo Atene e Roma, vengono messe sotto assedio da una sorta di Pensiero unico depressivo, nichilista e soprattutto antidemocratico.

Il suo nome nasce dal connubio fra l’aulicità del romanticismo nibelungico e lo humor “trash” col quale Egli si rende guastatore delle peggiori ipocrisie progressiste e radical-chic.

Il “castigat ridendo mores” contraddistingue da sempre il tenore tematico e stilistico sia delle sue collaborazioni (Qelsi, Arianna Editrice e, ora, anche Il Populista) sia della gestione del blog che coordina, Aristocrazia Dvracrvxiana, ove si ciondola dal ghibellinismo dantesco (la “Dvra Crvx” del Poeta e non la “moscia crux” di 4 fricchettoni post-conciliari) a ricette gastronomiche identitarie messe a tavola per onorare  contadini e pastori nostrani ed indurre giovanissimi e massaie a dire "basta!" a venefiche porcherie sottocosto globalizzate e a cazzarate eque e solidali.

Il suo motto è «alla "povertà" si guarda, non si crede».

Corsi di pugilato gratis ai migranti (così che gli italiani possano essere pestati meglio)

Non sanno più che inventarsi per rovesciare l'ordine naturale delle cose e delle priorità; l'unico ingrediente costante nella loro retorica malsana è l'asta in resta di sempre, la lotta al razzismo. Quindi, poiché danno per scontato che i razzisti siano solo italiani e non in generale singoli o gang che aggrediscono anziani e persone indifese, insegnano a menare duro ai "sempre-e-necessariamente-buoni-migranti", a prescindere dall'uso che essi faranno dei cazzotti, intitolando propagandisticamente tale iniziativa "Un Pugno Al Razzismo".

E non facessero i furbi con la balla dell'integrazione attraverso lo sport: il pugilato, nella classifica di scelta sportiva media degli italiani, arriva solo al V posto; dunque perché partire proprio da tale sport per un progetto di presunta "integrazione", e non dai 4 che vengono prima?


Hanno sempre odiato il pugilato, riferendolo a idoli scomodi come Carnera o ad ambienti considerati "violenti", come le palestre pugilistiche di Casapound; ma quando si tratta di renderlo modello delle proprie campagne mediatiche anti-italiane, o strumento di lotta politica nemmeno troppo pacifica (come indica questo articolo), lo amano alla follia.

Continuate a seminare odio e violenza, cari "compagni": aiuterete gli Italiani a capire ogni giorno di più quale tavola vorreste loro apparecchiare.


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU