Il lato oscuro di Internet

Reclutare jihadisti sul web è reato e la Procura di Torino avvia le indagini

L'accusa è quella del proselitismo, ossia di arruolare membri da utilizzare per il terrorismo internazionale. La polizia postale italiana sta monitorando tutti i social network

Ismaele Rognoni
Benevento, arrestati per terrorismo due aspiranti profughi pakistani

La Procura di Torino procede per proselitismo nell'inchiesta nata da una segnalazione della polizia postale subalpina sulla diffusione via internet di materiale a sostegno dell'Isis. Il reato per cui è stato aperto il fascicolo di indagine è "arruolamento con finalità di terrorismo internazionale", dove i giuristi fanno rientrare le attività di proselitismo che intendono aumentare, potenzialmente, il numero delle persone pronte a compiere atti di violenza.

Monitorando le piattaforme social, gli specialisti della polizia postale, con l'aiuto di un mediatore di lingua araba, hanno trovato foto e video inneggianti alla jihad: ci sono, fra l'altro, immagini di decapitazioni e di torture a militari.
Alcuni dei numerosi profili esaminati dagli operatori sarebbero riconducibili ad un piccolo numero di persone che risultano domiciliate in varie località italiane

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Pronte le regole per l'Ape volontaria
Cambi dopo parere Consiglio Stato

Pronte le regole per l'Ape volontaria

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato
identificato da Polizia, rischia espulsione

Cene a Jesolo senza pagare, denunciato


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU