anziché prendersela coi clandestini

Rivolta di Venezia: Sinistra isterica...ma con Salvini

Venticnque operatori sequestrati. Libero: "Nessun indagato, col rischio che i responsabili usino il tempo che è stato loro concesso per fuggire". Ma il PD preferisce scagliarsi contro il leader della Lega

Redazione
Rivolta di Venezia: Sinistra isterica...ma con Salvini

Foto ANSA

Sinistra sulle barricate, dopo che a Cona, in provincia di Venezia, un gruppo di clandestini ha sequestrato i 25 operatori (buonisti? Salariati? Guardiani? Comunque vittime innocenti) del Cie, innescando un clima di tensione durato parecchie ore. Tutti liberi, gli immigrati, perché il Prefetto ha preferito "alleggerirne" il numero spalmandone una quantità in Emilia Romagna; tutti assolti da quello che, se fosse stato commesso da un italiano, si sarebbe configurato come reato (penale) di "sequestro di persona". Ma nell'era dei radical-chic, si preferisce parlare di "protesta" di "richiedenti asilo" esasperati.


"La vicenda giudiziaria di Cona", ha scritto Libero, "è una cartina tornasole, utile a capire se oggi, in Italia, esistono zone nelle quali le regole dello Stato non contano più perché sono state rimpiazzate da altre logiche, utili a perpetuare le grandi bugie sull’immigrazione: che c’è posto per molti più immigrati di quanti ne abbiamo adesso; che è la percezione degli italiani ad essere sbagliata, perché in realtà non esiste un problema di criminalità legato alla presenza degli stranieri; che è giusto garantire protezione non solo a chi proviene da un Paese in guerra, ma a tutti gli immigrati per cause politiche, economiche, climatiche…".

"Marco Minniti, il ministro dell’Interno che vorrebbe rendere più facili le espulsioni dei clandestini ma ha le mani legate dal proprio partito, ha reagito annunciando lo spostamento di un centinaio di immigrati dal centro di Cona ad altre strutture in Emilia-Romagna"; ha sottolineato ancora Libero. "Nessuno risulta essere stato indagato e il rischio che i responsabili usino il tempo che è stato loro concesso per fuggire non appare così remoto. Le autorità, prefetto e questore in testa, hanno scelto la linea morbida del dialogo e gli unici a invocare il rimpatrio immediato dei responsabili sono gli esponenti dell’opposizione di Centrodestra".

Già, il Centrodestra. Anzi, sarebbe più giusto dire Matteo Salvini. Che, per aver osato contestare l'azione di forza degli immigrati, ha visto levarsi gli scudi degli indignati di Sinistra. Non contro i colpevoli ma... contro di lui. "Sinistra pro-immigrati all'attacco contro di me, colpevole di aver chiesto espulsioni di massa dopo la rivolta di Venezia. Marietta Tidei (parlamentare PD) parla di 'riprovevole strumentalizzazione di Salvini, sempre pronto ad alimentare un clima d'odio nei confronti dei migranti'. Vanna Iori (parlamentare PD) parla di 'commenti irresponsabili'. Paolo Ferrero (Rifondazione Comunista) denuncia che 'Salvini come sempre soffia sul fuoco della guerra tra poveri", ha scritto su Facebook il leader leghista. Un tempo di diceva che quando il saggio indica la luna, lo sciocco guarda il dito. A Sinistra questo proverbio è ancora tragicamente attuale...


La protesta della gente, esasperata per l'alto numero di profughi ospitati nel Cie. Foto ANSA

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU