lotta al terrorismo... all'italiana

Milano, beccato per caso un complice di Amri?

Hanno un bel parlare di sicurezza, al Ministero dell'Interno. Un presunto "collega" del killer di Berlino sarebbe stato individuato solo perchè finito intossicato all'ospedale. Mentre preparava un attentato chimico in Italia

Redazione
Milano, beccato per caso un complice di Amri?

Un ricovero in ospedale per l'inalazione di una sostanza vietata in Italia ha dato il via al sospetto di un legame col terrorismo nei confronti di un magrebino e di un suo compagno: potrebbero essere i contatti di Anis Amri (l'autore della strage ai mercatini di Natale di Berlino) in Italia. Uno dei due è infatti finito in ospedale per un'intossicazione: potrebbero far parte, è una delle ipotesi, di una cellula pronta a realizzare un attentato chimico in questi giorni.


Amri, morto nel conflitto a fuoco con la polizia a Sesto San Giovanni il 23, potrebbe essersi appoggiato alla cellula attiva nel Milanese. Si sta ancora cercando di appurare quale sia la sostanza sostanza che ha causato il malore al magrebino. Se l'ipotesi venisse confermata, vorrà dire che ancora una volta il "fattore culo" è stato determinante, nel nostro Paese, con buona pace delle sparate del Governo sulla sicurezza e la prevenzione del terrorismo. Fermato per caso Amri, beccato per caso il suo presunto collega.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Sondaggio SWG: la Lega torna a crescere
centrodestra primo partito, poi pd e m5s

Sondaggio SWG: la Lega torna a crescere

Milano, squadristi rossi in Comune e Sala alza il pugno e tace
Vilipendio, offese e minacce da parte dei "democratici"

Milano, squadristi rossi in Comune. Sala alza il pugno e tace

Ladro ucciso: archiviata l'accusa di omicidio per Sicignano
i familiari dell'albanese fanno opposizione

Ladro ucciso: archiviata l'accusa di omicidio per Sicignano

Pedoni travolti a Sondrio: atto premeditato
non era ubriaco, l'ha fatto apposta

Pedoni travolti a Sondrio: atto premeditato


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU