SICUREZZA URBANA A RISCHIO

Sempre più rivolte da parte dei profughi con vitto e alloggio a spese nostre

Da Cona, nel Veneziano, a Vicenza, da Torino a Verona, non dimenticando Caserta, i clandestini si dimostrano sempre meno riconoscenti e più intolleranti

Fabio Cantarella
Sempre più rivolte da parte dei profughi con vitto e alloggio a spese nostre

Uno dei mercatini abusivi all'interno del Cara di Mineo

Destano preoccupazione, oltre che sconcerto, le numerose proteste messe in atto dagli aspiranti profughi all'interno dei vari centri di accoglienza. Il riferimento non è solo ai fatti di Cona, nel Veneziano, ma anche a quanto recentemente accaduto a Verona, Vicenza, Torino e Caserta. Per la verità le rivolte e le liti sono abbastanza frequenti all'interno dei centri di accoglienza ma quando si tratta di strutture di piccole dimensioni che ospitano un numero modesto di clandestini, nell'ordina della ventina, il problema viene spesso superato grazie all'intervento delle forze dell'ordine senza destare tanto clamore. Chi conosce bene le realtà dei piccoli centri di accoglienza sa bene che spesso alcune etnie entrano in conflitto facilmente e gli spazi ristretti, come per esempio le mense comuni, favoriscono i conflitti. Così si verifica il paradosso che dovremmo integrare chi si rifiuta d'integrare chi vive le stesse difficoltà.

Le difficoltà più serie si presentano invece in quelle comunità con centri di accoglienza di dimensioni più importanti, com'è accaduto a Cona dove alla fine si è deciso di rispondere alla gravissima rivolta, con tanto di sequestro del personale, spostando un centinaio dei mille migranti in Emilia Romagna. Purtroppo, però, si registra un preoccupante incremento di violenza: "Agitazioni" si sono registrate anche Vicenza con settanta richiedenti asilo che hanno protestato davanti alla caserma Sasso lamentando, tra le altre cose, di vivere ammassati. E a Verona, invece, dove alcuni "rispettosi" e "grati" ospiti dell’ostello Santa Chiara hanno protestato per la scarsa qualità del cibo, bloccando il traffico, rovesciando cassonetti e tirando calci contro le auto parcheggiate. E' toccato agli agenti della questura ristabilire l’ordine. Una rivolta che ha suscitato il dissenso di diversi cittadini riuniti nel comitato cittadino 'Verona e veronesi contro la presenza dei richiedenti asilo in città' che hanno preso posizione con una contro manifestazione. 

In tanti ancora ricorderanno quello che accadde a Torino a fine novembre quando un intero quartiere divenne ostaggio della violenza extracomunitaria con bombe carta, petardi, cassonetti rovesciati e dati alle fiamme, barricate, assalti.

Neppure il tranquillo Veneto è esente da rivolte e proteste come testimoniano i fatti di Bagnoli: un centinaio di migranti si sono ammassati contro il cancello dell’ex caserma pretendendo una velocizzazione delle pratiche di concessione dei permessi di soggiorno. Così pure a Caserta con più di cento aspiranti profughi fatti sgomberare dalla polizia dopo le tensioni che si erano create con le famiglie italiane all'interno del Parco Mecos di San Nicola La Strada, più noto come il Palazzo dei Ferrovieri.

E vi immaginate cosa potrebbe accadere se dovesse scoppiare una rivolta all'interno del Cara di Mineo che ospita 3.700 clandestini in un comune di pari dimensioni? Una guerra civile! Forse è per questo che all'interno di quella mega struttura, in nome del quieto vivere, ai clandestini è anche consentito di alimentare e gestire mercatini abusivi. Non si sa mai dovessero risentirsi...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"
"A Dio quel che è di Dio, a Cesare quel che è di Cesare"

Papa Francesco: "Sì allo Ius Soli". Salvini: "Lo applichi in Vaticano, se vuole"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU