beccati dagli strumenti

Gli UFO sui radar

A volte invisibili, a volte ben presenti, al punto da far scattare gli allarmi della sicurezza

0
Alfredo Lissoni

Alfredo Lissoni

Alfredo Lissoni è insegnante di religione e scrittore, socio del Centro Ufologico Nazionale, si occupa da molti anni di ufologia; milanese, già collaboratore del Nuovo Giornale di Bergamo, ha al suo attivo diverse collaborazioni per le principali riviste del settore: Notiziario UFO, Dossier Alieni, Giornale dei misteri, X-files, UFO dossier X, UFO Notiziario del CUN, Oltre la conoscenza, Oltre l'ignoto. Autore di programmi radiotelevisivi e consulente esterno per trasmissioni Mediaset, spesso in TV, ha realizzato diverse opere multimediali per Peruzzo; autore dell'enciclopedia Misteri e verità, ha altresì gestito un videotel ufologico ed è autore di 24 libri sugli UFO.

Gli UFO sui radar

Il più delle volte i dischi volanti non vengono rilevati dai radar, altre volte, per contro, sì; ciò è molto strano e non trova spiegazione. Eppure i casi documentati ci sono; nel maggio del 1979, ad esempio, il radarista milanese Antonio De Stasio vide un sigaro volante che sostava sopra la torre di controllo di Linate; sebbene l’oggetto fosse ben reale, il radar non lo rilevava. In seguito il fuso, proprio mentre una pattuglia della polizia stava sopraggiungendo da viale Forlanini, si diresse verso il centro del capoluogo lombardo e si posizionò davanti al grattacielo Pirelli, all’epoca sede di Radio Milano International.


All’apparire dell’UFO, la radio interruppe il programma serale per dare l’allarme, scatenando il panico tra i milanesi. In un’altra occasione, la notte del 26 novembre 1994, decine di baresi rimasero con il naso all’insù per osservare affascinati una strana "palla di luce": un oggetto non identificato - come venne definito dagli esperti militari - sfuggito ai radar della Difesa, ma non agli occhi delle forze dell'ordine. Lo strano "oggetto" venne stato visto da molte persone, compresi poliziotti e carabinieri in servizio di vigilanza in città, e precisamente poco dopo le 5.


La prima segnalazione partiva dalla sala operativa dei Carabinieri. Da lì iniziava il consulto tra Questura, Aeroporto e, quasi certamente, anche con il ministero della Difesa. Scrisse la stampa locale: “Tutti con lo sguardo al cielo per oltre un'ora, ad osservare il misterioso oggetto fino a quando non è scomparso. É stato descritto dai testimoni come una palla luminosa ferma nei cieli della città. Una cometa o, come ha sostenuto l'esperto di turno, uno scherzo del pianeta Venere che in questo periodo è molto vicino alla Terra.


I radar della Difesa e dell’Aeroporto di Palese non hanno segnalato la presenza di alcun oggetto misterioso nel nostro spazio aereo. Secondo i testimoni, inoltre, un aeromobile di passaggio sarebbe andato molto vicino alla palla luminosa. Ma il pilota - subito contattato via radio - non ha segnalato alcuna anomalia alla torre di controllo. Eppure dalla zona industriale, da dove il misterioso oggetto era più visibile, militari e agenti sono rimasti per un po' di tempo a seguire le mosse dell'oggetto...”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU