portoghesi violenti

Aggressioni sui bus: è bollettino di guerra

Dopo l'assalto a colpi di machete ad un controllore milanese, la nuova "moda" è quella di darle di santa ragione ai conducenti dei mezzi pubblici. Per non pagare il biglietto

Redazione
Aggressioni sui bus: è bollettino di guerra

Fonte Polizia di Stato

Ancora un’aggressione a Padova ai danni di un autista di BusItalia da parte di un passeggero. A distanza di poco più di 24 ore dall’episodio avvenuto al capolinea del 9 in piazza Caduti della Resistenza, dove un autista è finito in ospedale con quattro giorni di prognosi, la seconda aggressione è avvenuta giovedì 30 giugno, alle 23.15, alla fermata Bassanello del bus diretto ad Abano Terme.

"Il mio collega è partito dalla ferrovia senza alcun passeggero a bordo, al Bassanello è salito il primo utente, un giovane dell’Est. Visto che era senza biglietto, il collega ha preteso e ottenuto il pagamento del documento di viaggio, che a bordo, invece di 2.60, costa 4 euro. Il contenzioso è nato dopo che l’euro di resto è caduto accidentalmente a terra", ha raccontato un collega dell'autista.


Da quel momento tra i due si è scatenata una lite verbale, durata sino al capolinea di Abano. "Il passeggero è poi andato vicino al conducente, lo ha apostrofato con parole irripetibili e gli ha strappato la camicia. Subito il collega ha chiamato i carabinieri, che sono arrivati dopo pochissimi minuti e hanno verbalizzato tutto. Il passeggero, che, a quanto pare, aveva alzato il gomito prima di salire sul bus.


Ma la lista delle aggressioni non termina qui (tant'è che i sindacati locali hanno protestato per la mancanza di sicurezza dei lavoratori). A Napoli, due settimane prima, il pullman aveva ritardato la partenza ed un passeggero aveva rotto un bicchiere sulla testa del guidatore. I dipendenti Anm si erano allora fermati per solidarietà. A Roma, alla Romanina, un altro conducente era stato preso a pugni e minacciato con una bottiglia da uno straniero. Il peggio era stato scongiurato da un automobilista armato, che con una pistola aveva fatto desistere lo straniero dal ferire ulteriormente il conducente.


Non era andata meglio l'anno scorso. Nel solo mese di luglio quattro casi (noti) a Milano, su mezzi Atm; Sabato 11 luglio alle 21 in via Procaccini la vittima era stata un tranviere di 34 anni, alla guida del 14, che aveva interrotto la corsa per convincere un passeggero molesto a scendere. Non l'avesse mai fatto: l'attesa aveva innervosito una coppia, che prima aveva aggredito verbalmente l'autista intimandogli di ripartire, poi l'aveva preso a pugni e schiaffi, prima di darsi alla fuga. L'autista era stato medicato sul posto ed aveva fornito i connotati degli aggressori alla polizia, che aveva provveduto a bloccarli poco distante.


A Varese, la mattina dell'8 luglio 2015 alle 11 del mattino, su un autobus delle Ferrovie Nord in arrivo in piazzale Trento, proprio davanti alla stazione, un ventinovenne, al quale era stato chiesto di esibire il biglietto, aveva cominciato a colpire l'autista. Solo che stavolta la vicenda era terminata in maniera differente; non è ben chiaro chi sia stato, fatto sta che qualcuno, bigliettaio o passeggero, aveva estratto una bomboletta di spray urticante e l'aveva spruzzato in faccia all'aggressore. Che, messo fuori combattimento, aveva cercato di darsi alla fuga, ma era stato poi identificato dagli agenti della Polfer e arrestato.

 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Milano, mignotte "China" addio
giro di vite sui bordelli cinesi

Milano, mignotte "China" addio


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU