la stampa di regime smentisce

Arabia Saudita: attentato al consolato USA. Nel giorno di festa

E tre. Dopo Dacca e l'Iraq, colpita la sede diplomatica USA di Gedda. Lo capiranno, adesso, le teste dure radical-chic che siamo sotto attacco, che questa è una guerra che ci muovono giorno per giorno?

Redazione
Arabia Saudita: attentato al consolato USA. Nel giorno di festa

Fonte al-Riyadh.com

Un attentato suicida è stato compiuto questa mattina nei pressi del consolato degli Stati Uniti a Gedda, sulla costa occidentale dell'Arabia Saudita. Secondo il quotidiano online Sabq due agenti della sicurezza sono rimasti feriti "in questo attentato sventato" compiuto il 4 luglio, Independence Day, giorno della festa nazionale americana.

Tutta la zona è stata circondata dalla polizia dopo che "una persona si è fatta saltare in aria dentro un'auto davanti al consolato degli Stati Uniti di Gedda", quando gli agenti della sicurezza si sono avvicinati per un controllo, scrive Sabq. L'esplosione è avvenuta poco prima dell'alba nel parcheggio dell'ospedale Suleiman Faqeeh, vicinissimo al consolato USA. Secondo un comunicato del ministero degli Interni il kamikaze "è rimasto ucciso e i due agenti della sicurezza leggermente feriti".


Diversa la versione fornita dai media fedeli alla famiglia regale Saud (che qualcuno sospetta di appoggiare il terrorismo). Secondo il giornale saudita al-Riyadh, l'attentatore, che stava armeggiando all'incrocio di Palestine Street e Hail Street vicino all'ospedale Sulaiman Al Faqih, poteva avere come obiettivo non il consolato ma la struttura medica, che a quell'ora era già affollata. "Gli uomini della sicurezza hanno notato movimenti sospetti, e, come da protocollo gli si sono avvicinati; a quel punto l'uomo si è fatto saltare in aria con una cintura esplosiva indossata all'interno dell'area ospedaliera. L'uomo è morto e i due uomini della sicurezza sono rimasti lievemente feriti e ricoverati nell'ospedale. Nessuno dei passanti è rimasto coinvolto; solo qualche auto parcheggiata è stata lesionata", scrive il giornale, che evita accuratamente di usare termini quali "jihadista", "kamikaze" o "terrorista islamico". L'articolo termina con la frase "Dio è la guida per la retta via".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Salvini in Abruzzo: "Si scava nelle neve anche con le mani"
dal Centro Coordinamento Soccorsi di Penne

Salvini in Abruzzo: "Si scava nelle neve anche con le mani"

Il "Nobel per la pace" cerca la Terza Guerra Mondiale
obama ammassa truppe al confine russo

Il "Nobel per la pace" cerca la Terza Guerra Mondiale?


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU