incoerenza grillina

Termovalorizzatori, Costa invita le Regioni a non realizzarli, ma li prevede la Legge

Il ministro pentastellato peraltro dimentica di governare assieme a chi li ha voluti nello "Sblocca Italia": Matteo Renzi...

Fabio Cantarella
Sergio Costa invita le Regioni a non realizzarli, ma li prevede la Legge

Divisi anche sui termovalorizzatori, questa è la realtà dei fatti: l'attuale compagine governativa non governa per non rompersi. La pensano in modo diverso quasi su tutto, anche su scelte di buonsenso come quella dei termovalorizzatori la cui realizzazione è prevista dalla Legge, in particolare dall'art. 35 di quello Sblocca Italia voluto da Matteo Renzi quando era premier. Eppure il ministro dell'Ambiente grillino Sergio Costa continua ad attaccare la termovalorizzazione chiedendo alle Regioni di non costruirne... nonostante li imponga la Legge!

Ma il ministro Costa e i suoi colleghi di partito non hanno alcun imbarazzo a sedere allo stesso tavolo di governo con chi, leggasi Matteo Renzi, quegli impianti ha voluto? Cosa non si sta facendo pur di mantenere il fondoschiena saldo ad una poltrona, anche la coerenza passa in secondo piano! Il ministro è dal 2018 che a più riprese annuncia di voler modificare lo Sblocca Italia e cancellare gli impianti, ma son passati due anni e la legge è ancora lì mentre lui invita le Regioni a non tener conto della Legge. Incredibile! La cambi in parlamento se ha i numeri altrimenti la attui: un ministro deve attuare la Legge!

Peraltro, il ministro Sergio Costa mostra tutta la lontananza dalla realtà che molto spesso caratterizza l'azione grillina. I termovalorizzatori sono impianti sicuri, che inquinano, se inquinano, migliaia di volte meno di una discarica. E soprattutto consentono di chiudere il ciclo del riciclo del rifiuto producendo energia e abbattendo i costi della Tari e delle bollette energetiche. Il ministri Costa però preferisce tenersi strette le sue convinzioni da struzzo con la testa sotto alla sabbia senza considerare che, per esempio, in regioni come la Sicilia ci sono più discariche che comuni. Il percolato continua ad infiltrarsi nei terreni e nelle falde acquifere. Senza contare che nell'ultimo biennio, in Italia sono circa 350 i depositi di rifiuti andati incendiati producendo la dannosissima diossina.

Senza andare troppo lontano, a Copenaghen il termovalorizzatore produce energia e attrae turismo. Sì, turismo, con una bella pista da sci artificiale costruita sopra l'impianto da un'azienda bergamasca. Ministro sveglia, non fare i termovalorizzatori significa continuare ad avvelenare il nostro ambiente ma anche continuare a lasciare la gestione in mano alle discariche e a tutto il marcio che molto spesso ci lucra attorno.   

  

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Cagliari: insulta leghista e viene espulso dall'Aula regionale
Battibeccho su Covid durante discussione riforma sanitaria

Cagliari: insulta leghista e viene espulso dall'Aula regionale

L'outing del consigliere Lega ligure
Alessandro Puggioni di Rapallo

L'outing del consigliere Lega ligure


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU