e alla fine, tutti all'ospedale

"Cellulare no funziona". Tunisino mena negoziante bengalese

Bologna, cinque persone fra clienti e commercianti sono state denunciate e in tre sono andati al pronto soccorso

Redazione
"Cellulare no funziona". Tunisino mena negoziante bengalese

Il telefonino portato a riparare, ritirato giovedì sera, non era stato sistemato a dovere e così marito e moglie, accompagnati dalla figlia di due anni, si sono presentati per 'farsi giustizia'. La lamentela è degenerata in rissa, verso mezzogiorno, in un negozio di via Matteotti, a Bologna, dove la Polizia è intervenuta con diverse pattuglie.

Alla fine tutti i litiganti, cinque persone fra clienti e commercianti, sono state denunciate e in tre sono andati al pronto soccorso. A entrare a protestare sono stati due coniugi, lui tunisino di 31 anni e lei romena di 28. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, con i filmati di videosorveglianza, hanno avuto un atteggiamento molto aggressivo e la donna ha anche infranto a calci la vetrina.

I tre bengalesi che erano nel negozio (il titolare 41enne e due collaboratori) si sarebbero difesi rispondendo alle percosse. Ad avere la peggio è stato il tunisino, portato in ospedale con diverse contusioni, ma anche due bengalesi hanno avuto bisogno di cure.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Milano, indiano molesta ragazzina sul bus: "Ma che, mi arrestate?"
credono di poter fare tutto quello che vogliono...

Milano, indiano molesta ragazzina sul bus: "Ma che, mi arrestate?"

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Ci siamo giocati il Padre Nostro! La Chiesa lo cambia
Milano, indiano molesta ragazzina sul bus: "Ma che, mi arrestate?"
credono di poter fare tutto quello che vogliono...

Milano, indiano molesta ragazzina sul bus: "Ma che, mi arrestate?"

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"
stupro di rimini, l'avvocatessa buonista

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU