la strategia delle borseggiatrici rom

"Tiene 'a panza". Evita il carcere con un figlio ogni 3 condanne

Ha totalizzato 42 condanne senza mai farsi un giorno di galera perché perennemente in gravidanza. E vive tranquillamente in hotel a spese della comunità

Redazione
Un figlio ogni 3 condanne. La triste strategia delle borseggiatrici rom per evitare il carcere

Foto d'archivio

Ricordate il film in cui una spledida Sofia Loren contrabbandiere di sigarette evitava il carcere rimanendo puntualmente incinta, ed i ragazzini del quartiere esultavano canticchiando "Tiene 'a panza"? Bene, quella pellicola ha fatto scuola. Perché se se sei rom, di lavoro fai la borseggiatrice di professione, e hai condanne per furto e rapina, come fai ad evitare la galera e continuare a fare il tuo importante mestiere? Basta fare un figlio.

Ma se le condanne sono la bellezza di quarantadue? Semplice, di figli se ne fanno diciassette. Non è una barzelletta, assicurato. È la triste metodo, ovviamente in Italia funzionante, che ha adottato una delle rom che vivono, ormai in pianta stabile in un hotel di Mestre, a poca distanza da Venezia, luogo colmo di turisti da spennare. 

A spiegarlo è stato il comandante dei Vigili urbani di Mestre, Marco Agostini, alle pagine del Il Gazzettino, precisando che la mamma rom ha totalizzato quarantadue anni di carcere senza mai scontare un solo giorno. Il Comandante ha rivelato poi che i borseggiatori rom, a parte rarissimi casi, sono per il 100% donne e, in media, vengono arrestate una volta ogni 3 mesi, ma riescono sempre a restare in attività.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Milano, mignotte "China" addio
giro di vite sui bordelli cinesi

Milano, mignotte "China" addio


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU