Sequestrati beni per 250mila euro

Impiegata di banca truffava i clienti a Udine: sottratti circa 2 milioni di euro

Avrebbe proposto investimenti finanziari in titoli o azioni, intascando il denaro oppure dirottandolo su conti correnti paralleli e presentando rendiconti falsi

Redazione
Impiegata di banca truffava i clienti a Udine: sottratti circa 2 milioni di euro

Foto ANSA

I Carabinieri e la Guardia di Finanza di Tolmezzo (Udine) hanno eseguito martedì 4 ottobre un sequestro preventivo "per equivalente" di beni mobili e immobili per un valore di 250.000 euro nei riguardi di un'impiegata di banca accusata di aver distratto i soldi dei correntisti dell'istituto di credito. La donna è stata sottoposta alla misura cautelare dell'obbligo di dimora per decisione del gip di Udine. Nei suoi riguardi la Procura di Udine, che coordina le indagini, ha ipotizzato i reati di truffa e riciclaggio. Perquisizioni sono state fatte nell'abitazione della donna e del marito e di altre persone che non risultano indagate. I beni sottoposti a sequestro - si apprende dagli investigatori - sono denaro, immobili e borse di pregio, i Carabinieri e la Guardia di Finanza hanno eseguito anche un'ordinanza di applicazione della e dei decreti di perquisizione locale nei confronti della donna, del coniuge e di terzi soggetti non indagati.

Una passione per le borse di lusso, fino ad averne ben 18, tutte di grandi griffe, da Luis Vuitton a Prada, Fendi, Chanel, The Bridge: è quella dell'impiegata accusata di truffa e riciclaggio a danni dei clienti della banca per una cifra che - secondo le stime degli investigatori - ammonta a due milioni di euro. Oltre alle 18 borse e a una potente Audi Q3, alla donna i Carabinieri e la Guardia di Finanza hanno sequestrato un'abitazione e altri beni. L'indagine è partita a gennaio dalla denuncia di un anziano cliente che si è lamentato per l'inspiegabile ammanco di 150 mila euro dal conto. Sono venuti così alla luce i casi di diversi clienti caduti nel raggiro, soprattutto anziani ed emigranti rientrati in Italia con i risparmi di una vita di lavoro all'estero.

L'impiegata - secondo la ricostruzione degli investigatori - avrebbe carpito la fiducia dei correntisti e, prospettando loro la possibilità di effettuare proficui investimenti finanziari in titoli o azioni, si sarebbe fatta consegnare denaro contante in più tranche, che avrebbe intascato o dirottato su altri conti correnti paralleli. La donna avrebbe anche operato materialmente sui conti dei truffati a loro completa insaputa, consegnando poi loro rendiconti fittizi con l'indicazione di irreali patrimoni e profitti. Il "libro mastro" delle operazioni, un'agenda contenente dettagli fondamentali per la ricostruzione della vicenda, è stato ritrovato da Carabinieri e Fiamme gialle in una perquisizione eseguita il 3 febbraio a casa dell'indagata, dove è stata sequestrata documentazione cartacea ed elettronica.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU