Invasione continua

Non si ferma il flusso di clandestini: altri 100 arrivi sulle coste di Sardegna e Puglia

Sono almeno 57 gli algerini sbarcati tra Is Pillonis, Is Pigas, Capo Teulada e Porto Pino. 52 invece i pakistani giunti sull'isola di Sant'Andrea, a Gallipoli

Redazione
Non si ferma il flusso di clandestini: altri 100 arrivi in Sardegna e Puglia

Algerini bloccati dai carabinieri nel Sulcis. Foto ANSA

Ancora sbarchi di clandestini nel Sulcis tra lunedì 3 e martedì 4 ottobre. Complessivamente sono arrivate in Sardegna 57 persone, tutte presumibilmente di nazionalità algerina. Nella tarda serata di lunedì in 14 sono sbarcati a Porto Pino e si sono divisi in due gruppi: otto sono stati rintracciati dai carabinieri in località Is Pillonis, altri sei a Is Pigas. Lo sbarco sarebbe avvenuto alle 19 e poi gli immigrati si sarebbero divisi e allontanati a piedi cercando di non farsi notare, ma sono stati visti da alcuni passanti che hanno chiamato il 112.

Il secondo sbarco, all'interno del poligono di Capo Teulada, a Cala Zafferano dove sono arrivati altri 19 clandestini, avvistati dai militari impegnati in esercitazioni. I 19 sono stati bloccati dalla polizia militare di Capo Teulada e dai colleghi del Primo Reggimento Corazzato. Infine l'ultimo arrivo sulle coste del Sulcis alle 5 di martedì mattina sulla spiaggia di Porto Pino, dove ne sono sbarcati altri 24. Dopo le visite mediche e le operazioni di identificazione, sono stati trasferiti ad Assemini (Cagliari) e nei vari centri di accoglienza.

Sempre all'alba di martedì 4 ottobre, un gruppo 52 clandestini di nazionalità pakistana è stato rintracciato all'alba subito dopo lo sbarco sull'isola di Sant'Andrea, a Gallipoli. Gli immigrati, tutti uomini salvo 10 ragazzi minorenni non accompagnati, hanno riferito di aver fatto la traversata dalla Grecia a bordo di un gommone che li ha lasciati a ridosso dell'isola prima di riprendere il largo. A dare l'allarme alla Capitaneria di Porto, è stato un diportista.

Sul posto sono intervenute due motovedette della Capitaneria di Porto e una della Guardia di Finanza. Tutti i clandestini, molti dei quali con i vestiti bagnati, sono in buone condizioni di salute. Sono stati condotti al centro di prima accoglienza Don Tonino Bello di Otranto per le procedure di identificazione. Questi nuovi sbarchi si aggiungono agli almeno 7.000 registrati nella giornata record di lunedì 3 ottobre, che ha visto numerose operazioni di recupero anche a ridosso delle coste libiche.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU