Biella, business e immigrazione

I campioni dell'accoglienza: "Se lo Stato non ci paga, li scarichiamo in Prefettura"

L'associazione "Pacefuturo" si vantava di offrire uno straordinario modello di integrazione. Ma ora che i pagamenti ritardano, minaccia di chiudere tutto e lasciare per strada decine e decine di "profughi"

Marco Dozio
I campioni dell'accoglienza? Pronti a scaricare gli immigrati

Foto ANSA

Accoglienza? Sì grazie, ma solo se retribuita. Prima si (auto)descrivono come i campioni dell’accoglienza, grazie anche a certa stampa compiacente. E spiegano ovunque che il loro progetto di integrazione è virtuoso, quasi idilliaco. Operano da due anni nel Biellese e da due anni incassano 35 euro al giorno per ciascun richiedente asilo. Poi succede che lo Stato chiuda momentaneamente i rubinetti e loro, gli esponenti dell’associazione "Pacefuturo", minacciano di portare i “migranti” in prefettura.

“Ho avvisato il prefetto, se continuano così siamo pronti a chiudere tutto e a portare i profughi in prefettura”, ha spiegato il referente della onlus Andrea Trivero al giornale locale Il Biellese, indispettito per un ritardo nei foraggiamenti. Dunque o arrivano i soldi o gli incrollabili principi di cui sopra saranno scaricati sull’uscio del prefetto, insieme a decine e decine di immigrati.

“Dalle parole di questo autorevole esponente di una struttura di accoglienza, abbiamo avuto la conferma di quel che sosteniamo da tempo, ovvero che in Italia l’accoglienza è solo un grande business per le cooperative che la gestiscono”, affermano gli esponenti della Lega biellese Giacomo Moscarola e Michele Mosca, rispettivamente capogruppo in Comune a Biella e segretario provinciale. “Davanti a queste affermazioni ci chiediamo come mai tutti questi grandi valori morali siano stati accantonati. L’accoglienza evidentemente è solo una fonte di guadagno”. E ancora: “La Prefettura di Biella comunica che dal mese di aprile non è in grado di procedere con i pagamenti: la risposta dei gestori dell’accoglienza equivale a dire che i migranti sono considerati alla stregua di merce per produrre utili. Se si interrompe il flusso di denaro diventa un problema da far gestire allo Stato. Come al solito pagheranno i migranti, trattati alla stregua di un ingombro da cui liberarsi. E i cittadini, che trovano le città invase da persone che in qualche modo devono mettere assieme il pranzo con la cena alla faccia di chi si è arricchito alle loro spalle”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU