egiziano pronto a pagare per progetti di integrazione

Basilicata, il magnate finanzia l'invasione con la benedizione PD

Tutto studiato: prima hanno fatto una legge per agevolare "investimenti" privati e poi è saltato fuori il pezzo grosso pieno di soldi

Alessandro Morelli
Basilicata, il magnate finanza l'invasione con la benedizione PD

Se non bastavano gli indizi ora abbiamo le prove di quanto l'invasione in atto sia sostenuta e finanziata da parte della politica italiana e dal denaro pan-arabo.

Il magnate egiziano Naguib Sawiris, alla guida del sesto fornitore di telecomunicazioni mobili del mondo, ha deciso di investire in Basilicata per la politica dell'accoglienza di immigrati. Denaro sonante a favore dell'invasione con il placet del presidente piddino della Regione Basilicata Marcello Pittella (fratello dell'arcinoto capo dei socialisti europei, NdR) che con la sua maggioranza ha fatto di tutto perché il progetto partisse. La Regione infatti ha approvato nel luglio scorso una legge, la numero 13, che "disciplina le regole di ospitalità, protezione e integrazione dei migranti e dei rifugiati per l'attuazione delle politiche di coesione sociale destinate a sostenere la crisi umanitaria in corso". Secondo questa legge, l'intervento di soggetti privati disposti a finanziare o comunque sostenere progetti specifici di inclusione diventa più semplice.

Lungimirante questo Pittella, non c'è che dire, soprattutto se si pensa a quali potrebbero essere investitori nazionali che decidano di spendere i loro soldi su progetti simili: zero.

Invece, guarda caso, a pochi mesi dall'approvazione della norma salta fuori Sawiris che decide di investire per dare vita in Basilicata ad "un modello innovativo di economia in grado di integrare i flussi di migranti e rifugiati nel tessuto sociale ed economico". Pare incredibile, vero?

Tant'è che il magnate egiziano cui fa capo il controllo del colosso Orascom Telecom Media and Technology Holding, società di telecomunicazioni che opera in Medio Oriente, Africa, Canada e Asia ha scovato questa norma nel mare di leggi che dovrà scorrere ogni giorno in tutti gli Stati nei quali le sue imprese hanno interessi e ha deciso di partire con questa esperienza. I lucani saranno certamente contenti: se non arrivano soldi da Roma, ci pensa il magnate egiziano a riempire di euro la Regione. Peccato siano soldi che finanziano l'invasione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Flop grillino: Di Maio convoca i suoi, ma la piazza resta vuota
Comizio annullato per mancanza di pubblico

Flop grillino: Di Maio convoca i suoi, ma la piazza resta vuota

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Lecco, gang magrebina assalta i treni
siamo tornati al far west

Lecco, gang magrebina assalta i treni

L'Europa odierna è sulla via del tramonto: come la vecchia Unione Sovietica
il piano segreto di Merkel, Macron e Juncker

Klaus: "L'immigrazione? Voluta ad arte per annientarci"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU