in libreria dal 27 settembre

Isis spa. Chi c'è dietro il Califfato?

"Chi arma i kamikaze? Chi paga i loro centri di addestramento? Chi guadagna dallo stato di allerta e dal caos che impedisce al Medio Oriente di diventare un interlocutore politico e economico?" . Le risposte in un'inchiesta shock di un ex del KGB

Alfredo Lissoni
Isis spa. Chi c'è dietro il Califfato?

Danile Estulin con Fidel Castro. Foto ANSA

Si intitola Isis spa il nuovo saggio di Daniel Estulin (Sperling & Kupfer). E l'argomento dell'inchiesta è palese: attentati in Francia, Germania, Belgio, Inghilterra, i media gridano allo stato d’assedio, i governi varano misure straordinarie. Eppure, se si seguisse la pista del denaro si scoprirebbe una realtà diversa: chi arma i kamikaze? Chi paga i loro centri di addestramento? Chi guadagna dallo stato di allerta e dal caos che impedisce al Medio Oriente di diventare un interlocutore politico e economico? La risposta è evidente: da sempre i servizi segreti inglesi e americani alimentano i conflitti degli Stati arabi per impedire che diventino troppo autonomi. Fomentare le tendenze più radicali è il modo migliore per assicurarsi il controllo delle risorse.

Questa la tesi del giornalista lituano (ma nato in Unione Sovietica nel 1966), ex agente del Controspionaggio del KGB, che ha dedicato gran parte della vita al giornalismo d’indagine. Che punta il dito contro l'aAmministrazione Obama ma anche contro l'Inghilterra. "È successo in Iran, Iraq, Egitto, Siria, Afghanistan, quelli che oggi sono i focolai del terrore", scrive. Nel volume Daniel Estulin documenta la sistematica strategia destabilizzante dell’Occidente, ricostruisce gli interessi dietro la jihad e spiega che Isis, Al Qaida, talebani e Fratelli Musulmani hanno un’unica matrice: le scuole estremiste finanziate attraverso l’Arabia Saudita (il principale alleato degli angloamericani in Oriente). Le stesse scuole che hanno formato i kamikaze attivi in Europa, molti dei quali erano noti alla polizia. "Perché non sono stati fermati?", chiede provocatoriamente.


Come giornalista, Estulin (che al parlamento Europeo ha tenuto una conferenza sulle lobbies internazionali assieme all'on. Mario Borghezio) ha dedicato particolare attenzione allo studio del Club Bilderberg. I suoi libri sull’argomento si sono rivelati un fenomeno editoriale, con sei milioni di copie vendute nel mondo, pubblicati in 67 Paesi e tradotti in 44 lingue. Insignito della Medaglia d’Oro dell’Università JFK di Buenos Aires per il suo contributo all’umanità, è stato candidato al Premio Pulitzer 2014 per il libro TransEvolution. L’era della decostruzione umana e al premio Nobel per la Pace 2015 per la sua lotta contro l’élite globalizzatrice.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Matite indelebili, a Rivarolo parte la denuncia
Firenze ricorda Oriana
convegno internazionale sulla fallaci

Firenze ricorda Oriana

FLAT TAX, il libro della rivoluzione fiscale
Shock fiscale, ecco il manuale

Flat Tax, il libro della rivoluzione fiscale


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU