ancora crolli a Montegallo

Centro-Italia, nuove scosse. E nuove polemiche

Curcio (Protezione civile): "La prevenzione deve essere strutturale. Poi ci si intreccia con i gestori dei territori, bisogna tenere conto delle risorse. Però, sì, potevamo essere ascoltati di più e prima..."

Alfredo Lissoni
Centro-Italia, nuove scosse. E nuove polemiche

Foto ANSA

Nuovi crolli a Montegallo dopo la scossa di 4.5 di sabato. Ulteriori danni sono stati registrati soprattutto nella storica chiesa di Santa Maria Pantano a 1200 sul monte Sibilla. Si tratta di crolli imponenti che hanno peggiorato la situazione. Secondo quanto riportano in Comune altri crolli significativi sono stati registrati nelle frazioni Colle Fratte e Castro. Attualmente nelle otto frazioni di Montegallo ci sono tende per 125 persone mentre nel campeggio della frazione capoluogo gli ospiti sono 265.

Ed intanto è l'ora delle polemiche. "Non mi piacciono i maestrini del giorno dopo. Ma il rischio sismico è uno dei punti cruciali. La prevenzione deve essere strutturale. Poi ci si intreccia con i gestori dei territori, bisogna tenere conto delle risorse... Però, sì, potevamo essere ascoltati di più e prima. Per usare un eufemismo". Lo ha detto il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, in un'intervista al Corriere della Sera. Quanto ai cittadini, Curcio sottolinea che "magari c'è chi teme di scoprire che la propria casa ha bisogno di interventi, e dunque teme di perder soldi o che la casa perda valore", è "un po' come quello che non si fa le analisi per paura di scoprirsi malato. Ma questa malattia possiamo prevenirla in tempo". Quindi esorta: "facciamole tutti, le analisi, alle nostre case".


Secondo lei si possono fare false certificazioni senza la complicità di autorità a livello locale? "Difficile rispondere, in generale". Esclude che avvenga? "In assoluto no, non è escluso. Poi, ovviamente, molto fanno i controlli". Perché la gente dovrebbe fidarsi ancora di voi tutti? "Nel breve", sottolinea, "la brutta Italia, che è parte minore, rovina l'immagine, la sporca: ma alla lunga perde, perderà contro l'Italia bella".

E nel frattempo, dalla Lombardia, il Governatore Maroni lancia la sua proposta: il commissario per il terremoto nel centro-Italia, Vasco Errani, per chiudere le tendopoli e preparare le casette per gli sfollati può usare i prefabbricati del campo base di Expo "in poche settimane, e non in sette mesi". Maroni lo ha ribadito sui social network. "Non perdiamo tempo", ha detto; "le case prefabbricate del campo base di Expo sono a disposizione della Protezione civile e del commissario Errani. Si possono smontare e rimontare (dove serviranno) in poche settimane, non in sette mesi".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU