Mattacchione

Gela: lasciato dalla fidanzata, vuole essere arrestato. Carabiniere rifiuta, lui lo aggredisce

Il giovane è riuscito a farsi ammanettare e portare in carcere. Là potrà probabilmente consolarsi...

Andrea Zanelli
Gela: Viene lasciato dalla fidanzata e chiede di essere arrestare. Carabiniere rifiuta, lui lo aggredisce

Foto ANSA

"Per favore, arrestatemi. La mia vita, da uomo libero, non ha più senso perché la mia ragazza, bellissima, mi ha lasciato per un altro, e senza di lei, meglio il carcere". La singolare richiesta arriva da un giovane di Gela, in Sicilia, allo sbigottito e un tantino incredulo piantone della caserma dei carabinieri del comando territoriale. L'eroico e un po' svalvolato giovane è un ventenne disoccupato. 

E quando il militare gli ha detto che se non aveva commesso reati non c'erano i motivi per eseguire l'arresto, il giovane è andato su tutte le furie. Ha estratto dalle tasche un coltello a serramanico e ha minacciato di morte il piantone e gli altri carabinieri richiamati dal trambusto. Grazio Pizzardi, prima di essere bloccato ha sferrato calci e pugni e spaccato il tavolo di marmo di uno degli uffici. Alla fine è riuscito a farsi arrestare e portare in carcere, come chiedeva, ma con l’accusa di oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, minaccia aggravata e danneggiamento.

Ci sono "matti" e "matti". Questo ragazzo a differenza di altri assassini considerati appositamente "matti" che fanno stragi in nome dell'ISIS quanto meno non ha ucciso o ferito nessuno, o perlomeno ha fatto finta di farlo. Un eroe dei tempi moderni, un artista del nonsenso, il principe del paradosso.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU