Dichiarato lo Stato di Emergenza contro l'immigrazione in … Brasile!

Azul Azul
Dichiarato lo Stato di Emergenza contro l'immigrazione in … Brasile!
“Lo squilibrio sociale ed economico che questa forte immigrazione sta causando nel nostro Stato non è stato previsto in nessuno trattato internazionale...l'eccezionalità della situazione richiede l'attuazione di misure più rigorose”. Queste non sono le parole di Salvini, di Victor Orban o di qualche altro pericoloso ministro o politico della paura, fascista, razzista o xenofobo, bensì di Suely Campos, esponente del Partito Progressista e Governatrice di uno Stato del Brasile (Rorraima). La Campos ha così dichiarato il primo agosto lo Stato di Emergenza per attuare misure drastiche volte a contenere, controllare ed impedire il flusso migratorio di venezuelani che sta causando pesanti conseguenze su tutto il territorio dello stato in generale ed in alcuni distretti in particolare. Stiamo parlando di circa 50.000 migranti che negli ultimi anni hanno fatto crescere la popolazione locale di un 10%, determinando serissimi problemi nei servizi pubblici. Le misure drastiche adottate prevedono anche severi controlli di frontiera. “Il decreto determina procedimenti speciali visto che il grande esodo di venezuelani sta causando un impatto profondo nella sicurezza pubblica. Col verificarsi di episodi recenti nelle unità di salute pubblica, nelle piazze pubbliche, nello stesso centro che ospita i venezuelani...” Durante una intervista, Suely Campos ha anche dichiarato che pretende limitare l'accesso di venezuelani al pronto soccorso dell'Ospedale Generale di Rorraima. I venezuelani saranno indirizzati presso unità di salute dell'esercito. Verrà rinforzata anche la presenza della polizia nell'ospedale stesso. “Noi adesso stabiliremo quello che gli immigrati possono usufruire nella rete pubblica di salute. Se essi si trovano qui nel nostro paese, essi devono obbedire alle leggi che reggono il nostro paese. Ad esempio gli uomini non potranno entrare nella sala pre-parto, non è consentita la presenza di uomini, dove ci sono delle madri in procedimento...” La stessa governatrice, visto l'aggravarsi degli indici di criminalità, l'insorgere di epidemie causate presumibilmente dai migranti e il disagio creatosi anche nel settore dell'istruzione pubblica, aveva già chiesto di urgenza al governo federale nel mese di aprile la chiusura della frontiera col Venezuela. La richiesta era stata allora respinta con la giustificazione che avrebbe violato accordi e trattati internazionali. Insomma tutto il mondo è paese e sarebbe proprio il caso di prendere lezioni anche da nazioni come il Brasile, notoriamente additate come esempio di accoglienza, integrazione e tolleranza razziali. Alla fine potremmo anche accorgerci di essere proprio noi i campioni del mondo di questa specialità (l'accoglienza), persino col cattivissimo Salvini come ministro.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Genova, il crollo del ponte filmato dalle telecamere sottostanti
nuove immagini diffuse dalla Guardia di Finanza

Genova, il crollo del ponte filmato dalle telecamere sottostanti

Il sindaco islamico: Leoluca Orlando alla festa del sacrificio
Centinaia di animali vengono brutalmente ammazzati

Il sindaco islamico: Leoluca Orlando alla festa del sacrificio

Genova, il PD si prende i fischi, Orfini carica a testa bassa
chi ha preso gli applausi, chi le urla "vergogna"

VIDEO / Genova, fischiato il PD. E adesso Orfini carica a testa bassa

"C'è un tirante deformato". Il documento che inchioda i Benetton
l'inchiesta del corriere sul sistema numero nove

"C'è un tirante deformato". Il documento che inchioda i Benetton

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU