VARATO UN CODICE ETICO

Palermo, Candiani ufficializza il nuovo organigramma della Lega in Sicilia

Al suo fianco, nel corso di un'affollata conferenza stampa, l'assessore comunale di Catania Fabio Cantarella, tra i primi ad aderire alla Lega in Sicilia oltre quattro anni addietro, e il consigliere comunale di Palermo Igor Gelarda

Redazione
Palermo, Candiani ufficializza il nuovo organigramma della Lega in Sicilia

Il commissario Candiani con Cantarella e Gelarda durante la conferenza stampa

"Da oggi la Lega diventa un partito a tutti gli effetti anche qui in Sicilia, si parte dal tesseramento e dai quadri organizzativi. Ripartiamo dai cittadini e dalla semplicità dei banchetti nelle piazze dei comuni. Cominceremo a costruire dalla gente che chiede solo una politica corretta e onesta. In questa terra troppi politici una volta eletti si sono dimenticati della fiducia che i cittadini avevano riposto in loro”. Con queste parole, Stefano Candiani, commissario della Lega in Sicilia da qualche mese, ha dato il via al nuovo corso nell'isola del partito guidato da Matteo Salvini. Al suo fianco, nel corso di un'affollata conferenza stampa, l'assessore comunale di Catania Fabio Cantarella, tra i primi ad aderire alla Lega in Sicilia oltre quattro anni addietro, e il consigliere comunale di Palermo Igor Gelarda, il cui passaggio dal Movimento cinque stelle alla Lega è stato ufficilizzato dallo stesso Candiani.

Stefano Candiani, ha presentato il nuovo organigramma del partito in Sicilia, le figure che si occuperanno di coordinare le operazioni di tesseramento e i rapporti con i vari rappresentanti istituzionali nelle varie province siciliane. Ad affiancare il commissario Candiani nella organizzazione regionale del partito saranno proprio Fabio Cantarella e Igor Gelarda. Ma Candiani non si è limitato a elencare i nomi della nuova organizzazione: ha soprattutto chiarito che adesso per aderire alla Lega non basterà condividerne il programma ma si dovrà sottoscrivere un vero e proprio Codice etico.

Un cambiamento anche d'immagine quello attuato dal commissario Stefano Candiani in Sicilia in un paio di mesi (Salvini lo ha nominato appena lo scorso maggio): “Vogliamo dimostrare la serietà delle nostre intenzioni - ha sottolineato a giornalisti e militanti. Va superata la diffidenza nei confronti della Lega che oggi è una forza politica che si rivolge a tutta l'Italia. Dobbiamo cercare di superare un passato che non ci appartiene più, ciò che conta è il nostro modo di far politica, intesa come un servizio e non come un'opportunità di successo personale”.

Ecco l'elenco dei nuovi riferimenti provincia per provincia: Catania, Fabio Cantarella (assessore comunale a Catania, responsabile Enti Locali provincia), Maurizio Ferro (responsabile Organizzativo provincia); Palermo, Igor Gelarda (consigliere comunale a Palermo, responsabile Enti Locali e Organizzativo provincia); Trapani, Roberto Bertini (responsabile Organizzativo provincia), Bartolo Giglio (responsabile Organizzativo comune); Caltanissetta Francesco Spata (responsabile Organizzativo provincia), Oscar Aiello (consigliere comunale a Caltanissetta, responsabile Enti Locali provincia); Messina, Filippo Galifi (responsabile Organizzativo provincia), Matteo Francilia (Sindaco di Furci siculo, responsabile Enti Locali provincia); Enna, Giuseppe Savoca (consigliere comunale ad Enna, responsabile Organizzativo provincia), Edoardo Leanza (responsabile Enti Locali provincia), Saverio Cuci (consigliere comunale ad Enna, responsabile Organizzativo comune); Siracusa, Leandro Impelluso (responsabile Enti Locali e Organizzativo provincia); Ragusa, Gabriele Amore (responsabile Enti Locali e Organizzativo provincia); Agrigento, Massimiliano Rosselli (responsabile Organizzativo e Enti Locali provincia), Angelo Collura (responsabile Organizzativo comune)

Il Codice etico, che dovrà preventivamente essere sottoscritto da tutti i tesserati, prevede principalmente una fedina penale immacolata, nello specifico non essersi macchiati di reati legati alla mafioso, voto di scambio, abusi sessuali, abuso su minori e disabili e spaccio di droga. E va oltre, lanciando un monito agli stessi amministratori locali: niente incarichi a parenti, persone indagate o con condanne penali. Il Codice prevede anche regole rigide in materia di comunicazione: “I rappresentanti istituzionali e coloro che ricoprono incarichi nazionali o regionali all'interno del Partito, s’impegnano a non rilasciare dichiarazioni alla stampa che siano lesive dell’immagine della Lega - si legge nel regolamento - di quella di altri iscritti, o per la loro natura potenzialmente soggette a strumentalizzazioni da parte di avversari politici o che comunque non sono in sintonia con la linea politica tracciata dagli organi di governo nazionale e regionale del Partito. La stessa regola si applica ai post e ai commenti pubblicati sui social network”.

Il Codice impone peraltro regole di condotta agli iscritti della Lega in Sicilia: “Nell'esercizio della propria attività politica, l'iscritto alla Lega Salvini Premier Regione Siciliana rispetta la dignità, le credenze e le differenze culturali; non opera discriminazioni in base a religione, etnia, nazionalità, estrazione sociale, stato socio-economico, sesso di appartenenza, orientamento sessuale, disabilità. Saranno, pertanto, considerati gravi e lesivi dell'immagine e del buon nome della Lega Salvini Premier Regione Siciliana comportamenti razzisti, discriminatori ed omofobi”.

A far rispettare le regole, un Comitato di Garanzia Etica, composto da tre membri che in questa fase saranno nominati direttamente dal segretario federale della Lega Matteo Salvini, che potrà agire d'ufficio o dietro segnalazione di uno degli iscritti al partito.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Morirai da martire!". Così Erdogan "consola" una bimba di sei anni. Che scoppia a piangere
rabbia e indignazione per la "sparata" del sultano

"Morirai da martire!". Così Erdogan "consola" una bimba di sei anni

Taglio dei parlamentari, esulta la Lega
calderoli: "vittoria mia e della lega"

Taglio dei parlamentari, esulta la Lega

Veicoli inquinanti, la Lombardia diventa green
Bando Regione Lombardia “Rinnova Autovetture”

Veicoli inquinanti, la Lombardia diventa green

Netanyahu loda Salvini: "Grande amico di Israele"
Lotta comune a terrorismo e immigrazione

ESCLUSIVO / Netanyahu loda Salvini: "Grande amico di Israele"

Autonomia, Grimoldi: "Il Governo continua a bloccarla"
FAREBBE RISPARMIARE 66 MILIARDI DI SPRECHI

Autonomia, Grimoldi: "Il Governo continua a bloccarla"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU