Nuova tecnica per truffe e raggiri

Arrivano le sexy ladre

Gli imbroglioni le inventano tutte. Adesso è in voga mandare avanti ragazze compiacenti che, fingendo effusioni e disponibilità sessuale, alleggeriscono gli anziani

Redazione
Arrivano le sexy ladre

Tra i ladri prende piede una nuova tecnica per alleggerire del portafogli le loro prede: le sexy ladre. Belle donne avvicinano le vittime e, facendo credere di essere disponibili ad amoreggiare, le derubano

È accaduto a Gallarate (VA), nel parco di via delle Rose, nel verde e pacifico quartiere dei Ronchi: due pensionati derubati da due ladre peruviane che fingevano di essere in vena di effusioni pubbliche.  I due anziani sono stati avvicinati a suon di baci e carezze; distraendoli, le sexy borseggiatrici hanno sottratto loro il portafoglio.

E poi è stata la volta di Tradate, sempre nel varesotto. L’adescatrice, in questo caso, era una sola e particolarmente avvenente. “Era vestita bene, elegante, una bella donna”, ha detto un pensionato di Abbiate, abbordato per strada dalla donna, che prima ha finto di chiedere indicazioni, poi ha tentato di baciarlo e convincerlo ad avere un rapporto ed invece, con astuzia, gli ha sfilato un braccialetto del valore di quasi duemila euro.

“Non so come abbia fatto, il pensiero mi sconvolge. Aveva un atteggiamento cortese, gentile ma decisamente invadente. Continuava a toccarmi, mi ha afferrato per i polsi e mi ha detto che voleva baciarmi ed abbracciarmi. Mi sono accorto del furto solo in un secondo tempo, quando ho visto che non avevo più il bracciale d’oro“, ha dichiarato l’attonito vecchietto. Il fatto è accaduto in pieno giorno in corso Bernacchi. E poi ancora a Varese e ad Albizzate. In quest’ultimo caso la scippatrice si è avvicinata ad un anziano con una scusa ed ha tentato di abbracciarlo. L’uomo, sconcertato e al corrente dei precedenti, ha reagito allontanando da sé la donna, che si è data alla fuga. Ma non è stato sufficiente. Dopo aver controllato la presenza del portafoglio, il pensionato è tornato a casa e si è accorto che la manolesta, con incredibile abilità, era comunque riuscita a portargli via la catenina d’oro che aveva al collo, senza che lui se ne accorgesse. Un gesto talmente rapido quanto impercettibile, sufficiente a far sparire l’oggetto prezioso dal suo corpo.

Non è chiaro se questi furti siano azioni isolate o vi sia un racket. Alcune sexy ladre che agivano nel lodigiano sono state arrestate. Le truffatrici dell’abbraccio erano tre giovani rumene già note alle Forze dell’Ordine per svariati precedenti, riguardanti reati specifici; le donne, senza fissa dimora, erano dedite al borseggio degli anziani, che raggiravano distraendoli con avances di tipo sessuale, con baci ed abbracci che servivano in realtà a depredare le vittime di orologi, catenine o portafogli. Le tre hanno ripetutamente colpito nella Bassa Lodigiana. In particolare, due delle straniere avevano alleggerito dell’orologio un ottantenne di Casale; l’uomo era seduto su una panchina del parco vicino al cimitero comunale, quando era stato abbordato, confuso e derubato da una delle sexy ladre. Una delle tre rumene è stata individuata come l’autrice del furto di una catenina d’oro a un settantenne di Livraga. Le tre facevano tutte parte della stessa organizzazione criminale.

Il triplice arresto non è servito a scoraggiare le sexy ladre. Prontamente sostituite da una giovane che gira a bordo di un motorino bianco ed indossa un caso integrale, che adesca anziani nel rione di Legnanello (VA). Evidentemente la tecnica sperimentata dalle sue precedenti colleghe funziona e così già due anziani di Legnano sono state vittime delle insistenti avances della misteriosa seduttrice. Che avrebbe agganciato un primo uomo, ottantenne, dicendogli che aveva delle belle gambe, per poi invitarlo a fare un giro in moto. Il legnanese, che insospettito ha detto che stava tornando a casa dalla moglie, ha dichiarato di aver visto la ragazza fare inversione, raggiungere un giovane in bicicletta che l’attendeva poco distante (evidentemente un complice) ed entrare con lui nel cortile del complesso di case popolari che sorge nei pressi di via Moscova.

Un secondo anziano è stato invece abbordato in via Spallanzani, sempre a Legnano, mentre si recava al supermercato. La ragazza lo avrebbe agganciato dicendogli che era un bell’uomo ed offrendosi di accompagnarlo a casa. Anche il secondo legnanese, insospettito, ha declinato il gentile invito, facendo sì che la giovane si desse alla fuga. Non sappiamo in quanti casi, invece, le offerte dell’adescatrice abbiano sortito l’effetto desiderato, quello cioè di distrarre la vittima per alleggerirla o per farla rapinare dal complice appostato. I raggirati difficilmente parlano.

Per inciso, questa tecnica tanto in voga adesso fu inventata in realtà oltre mezzo secolo fa e sperimentata nelle banlieu francesi: la criminalità marsigliese e parigina mandava avanti una ragazza avvenente che distraeva il malcapitato di turno, permettendo al complice di aggredirlo o tramortirlo con un cappio che gli veniva stretto al collo, per poi derubarlo.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Compagni, la festa è finita...
cala il sipario sul bomba

Compagni, la festa è finita...

Milano, mignotte "China" addio
giro di vite sui bordelli cinesi

Milano, mignotte "China" addio


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU