L'omicidio in Brianza dopo le liti per il cane e il gatto

Uccisero il vicino, condannati fratelli

Dodici e diciassette anni di condanna per aver ucciso il vicino di casa con il quale c'erano state diverse liti a causa dei loro rispettivi animali domestici

Redazione
Uccisero il vicino, condannati fratelli

Foto ANSA

Dodici e diciassette anni di condanna per aver ucciso il vicino di casa con il quale c'erano state diverse liti a causa dei loro rispettivi animali domestici, un cane e un gatto. Questa la condanna inflitta dalla Corte D'Assise di Monza ai fratelli Angela e Michele Scarfò, accusati dell'omicidio del 55enne Giuseppe Piazza, freddato a colpi di pistola nel piazzale dalla casa di corte dove viveva a Besana Brianza (Monza), il 22 giugno 2017.

La Corte ha accolto la tesi dell'accusa secondo cui, seppur a sparare sia stato Michele Scarfò, 56 anni, "ad aver armato la mano" dell'uomo è stata la sorella maggiore Angela, che con la vittima aveva problemi di vicinato.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Europee, proiezioni Pe: Lega primo partito!
Basate sui sondaggi nazionali

Europee, proiezioni Pe: Lega primo partito!

Clandestini nelle aziende, arrivano le multe
Migranti: multa salata per datori lavoro

Clandestini nelle aziende, arrivano le multe

Basta al buonismo e alla "modica quantità"
Finalmente parole chiare contro l’emergenza droga

Basta al buonismo e alla "modica quantità"

La vergogna nascosta: Norma Cossetto e le altre 11mila vittime della violenza rossa
In ricordo delle Foibe e dell'esodo giuliano dalmata

La vergogna nascosta: Norma e le altre 11mila vittime della violenza comunista

Demolizione del ponte Genova, parte un esposto alla Corte dei Conti
i Tecnici: "distruggerlo e ricostruirlo crea un danno erariale"

Demolizione del ponte di Genova, parte un esposto alla Corte dei Conti

Bombardieri di Civiltà
15 febbraio 1944: pioggia di fuoco su Montecassino

Bombardieri di Civiltà

Torino, sequestrate società per 250 milioni di euro, anche hamburgeria Eataly
Operazione carabinieri dopo ritrovamento lingotti oro

Torino, sequestrate società per 250 milioni di euro, anche hamburgeria Eataly


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU