falso allarme, vera paura

Boato nell'aeroporto di Catania. Scatta la psicosi attentato

Lo scorso 2 giugno un 17enne ha fatto scoppiare una bottiglietta, riempita di ghiaccio sintetico terrorizzando i passeggeri in attesa a Fontanarossa

Fabio Cantarella
Boato nell'aeroporto di Catania. Scatta la psicosi attentato

Foto ANSA

Catania. Il boato e poi il panico tra le centinaia di passeggeri presenti in aeroporto. Solo un grande spavento e, soprattutto grazie alla freddezza degli agenti della Polizia di Stato in servizio nello scalo, nessuna conseguenza di rilievo. Quanto accaduto l’altro nel pomeriggio all’interno dell’aeroporto Vincenzo Bellini di Catania-Fontanarossa deve però dare il senso della tensione che aleggia tra le persone comuni e, nondimeno, il livello d’insicurezza percepito dalle stesse.

Perché se la bravata dell’idiota del giorno (tale premio ci sentiamo di riconoscere a chi miscela, all’interno di una bottiglia di vetro, l’acqua minerale col ghiaccio sintetico, facendola letteralmente esplodere) può mandare nel panico centinaia di persone, allora vuol dire che anche l’ultimo degli esperti si rende conto che il rischio c’è e che i livelli di sicurezza negli scali aeroportuali sono tali da costringerti a tenere un occhio aperto anche quando dormi.  

Sulla questione è intervenuto il Siap (Sindacato Italiano Appartenenti Polizia) con una nota: “Solo la freddezza e il coraggio degli agenti presenti ha scongiurato il peggio. Gli agenti, oltre a rasserenare i passeggeri impauriti dallo scoppio, hanno immediatamente risolto il 'caso': una bravata di un ragazzo che ha provocato lo scoppio di una bottiglia di acqua minerale miscelata con ghiaccio sintetico. Episodi che confermano che a prescindere dalle carenze lamentate dal sindacato i poliziotti a Catania sono vigili e attenti".

Il Siap ha colto l’occasione per segnalare le condizioni in cui sono costretti ad operare i poliziotti: "Si parla tanto di sicurezza a Catania, si invocano sempre più risorse, ma le tante parole poi vengono smentite dai fatti. Sono recenti le dichiarazioni del questore in merito alla necessità di rinforzi di uomini e mezzi, ma purtroppo il Viminale non la pensa allo stesso modo e non assegna nessun rinforzo a Catania".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata
chiusi, Polizia trova 2.500 kg parmigiano sottratto

Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo

Cocaina a Milano, 210 anni a trafficanti
stroncato il traffico dei figli del boss Loiero

Cocaina a Milano, 210 anni a trafficanti


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU