ci mancava anche l'agoa

Il TTIP africano. Le multinazionali rubano il pane a chi muore di fame

I trattati tra USA e Paesi dei differenti continenti sono tutti delle grandi truffe. Cambia solo il nome, la sostanza resta la stessa

Urbano Secondo
Il TTIP africano. Le multinazionali rubano il pane a chi muore di fame

AGOA, il TTIP africano. Di fatto è una dittatura delle multinazionali che impoveriscono le popolazioni locali senza alcuna pietà ed alcun riguardo per la salute. Le controversie commerciali tra paesi in via di sviluppo e potenze occidentali sono avvenute, storicamente, per accaparrarsi diritti di sfruttamento della terra, del sottosuolo, come ad esempio il petrolio, i minerali preziosi.
Oggi, il pollame è l'oggetto del contendere che minaccia e rischia di compromettere il debole neonato settore dell'allevamento di polli del Mozambico e di altri paesi africani. Che, come tutti i paesi del terzo mondo, lottano per combattere la fame e sollevarsi dallo stato di miseria in cui versano a causa soprattutto delle conseguenze del trascorso colomialismo, nonostante le ricchezze naturali possedute, come recentemente denunciato anche dalla BBC (news.co.uk).


Recentemente, nell'Africa australe, i produttori locali hanno drammaticamente ridotto le produzioni di pollame e derivati, a causa del fatto che tutte le catene di supermercati sono piene di polli importati dal USA e Brasile. Così tutta la catena produttiva subisce gravi ripercussioni ai limiti del collasso. Così tutta la catena produttiva subisce gravi ripercussioni ai limiti del collasso, con conseguenti perdine di migliaia si posti di lavoro, che a quelle alitudini significa mettere a rischio la sopravvivenza delle persone. Tra l'altro, i prodotti americani sono meno controllati all'origine ed allevati con metodiche meno rigorose del rispetto della salute dei consumatori. Quale è la causa che scatena questo disastro economico? Questi Stati hanno avuto la disgrazia di firmare l'AGOA (Partenariato per la crescita e le opportunità di sviluppo dell'Africa) con gli USA. Una sorta di TTIP (Partenariato per il commercio e gli investimenti) che la stolta Europa della Markel vorrebbe firmare tra qualche settimana con gli USA.


Ricordiamo che il trattato tra Canada ed Europa (CETA) è in procinto di venire ratificato a brevissimo. E rappresenta l'anticamera del TTIP. Un disastro soprattutto per la salute dei cittadini e per le piccole imprese italiane. Potremmo approfondire le "fregature" dei trattati già firmati tra USA e Paesi dell'America latina oppure tra paesi asiatici e USA. A vincere sono sempre le multinazionali. A perdere, i cittadini soprattutto degli stati più poveri e/o con economie più deboli. Mandiamo un monito ai nostro "finti sordi" governanti: errare è umano, perseverare è diabolico!

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Senato russo: "Ora è possibile l'Italexit"
Pushkov sul voto referendaRIO

Senatore russo: "Ora è possibile l'Italexit"

Vittoria del No: non crollano le borse
le bugie PD hanno le gambe corte

Vince il NO ma... non crollano le borse


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU