Evitare l'invasione

Altro che Schengen, la Polonia blinda le frontiere

Ogni scusa è buona per alzare la guardia, persino la Giornata Mondiale della Giuventù

Alessandro Morelli
Altro che Schengen, la Polonia blinda le frontiere

Foto, ANSA

Ogni scusa è buona per rafforzare le frontiere in Europa e la Polonia coglie l'occasione del Summit Nato e delle Giornate Mondiali dei Giovani per introdurre controlli temporanei ai confini con la Repubblica Ceca, Germania, Lituania e Slovacchia, oltre che a porti e aeroporti.

La decisione, entrata in vigore a mezzanotte di domenica, sarebbe stata presa per aumentare la sicurezza in vista del Summit della Nato, in programma per l'8 e il 9 luglio e per le Giornate mondiali dei giovani, previste a Krakovia dal 25 al 31 luglio anche se l'invasione in atto dal Mediterraneo con passaggio dall'Italia pare una motivazione ben più solida. I controlli saranno praticati fino al 2 agosto.

Schengen e simili sono oramai un lontano ricordo nella vecchia Europa, dove solo i governi schiavi di Bruxelles mantengono in vigore il trattato di libera circolazione. Le autorità francesi infatti lo hanno sospeso per la minaccia terroristica, la Svezia lo ha abbandonato per evitare l'invasione extracomunitaria esattamente come ha fatto la Germania dopo la pazzesca apertura delle porte della scorsa estate. A tenere alta la bandiera blu con le stelle è l'Italia che non solo non sospende Schengen ma traghetta immigrati dall'Africa a migliaia ogni giorno.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue

Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà
Repubblica ceca: tre importanti iniziative in nome della libertà

Praga: l'SPD chiede un referendum per uscire dalla Ue

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"
Il tycoon reagisce alle polemiche

Trump alla Cina: "Pensate ai dazi vostri"

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va
in crollo verticale nei sondaggi

Ciaone, Hollande. Il presidente se ne va


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU