trattato strozzapopoli

Forse è fatta: il TTIP va a ramengo!

Se ne dice certo il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda, sottolineando che "la partnership di libero scambio tra USA e Ue salta perchè siamo arrivati troppo lunghi sulla negoziazione"

Alfredo Lissoni
Forse è fatta: il TTIP va a ramengo!

Gli euroschiavi rompono le catene e si liberano: l'accordo sul TTIP è destinato a saltare e anche i negoziati con il Canada sono a rischio. Lo ha affermato, col cuore affranto, il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda, sottolineando che "la partnership di libero scambio tra USA e Ue secondo me salta perchè siamo arrivati troppo lunghi sulla negoziazione. E rischia di saltare anche l'accordo con il Canada". Non possiamo certo dire che ci dispiaccia, anzi. Il Trattato capestro rischiava di strangolare intere nazioni, specie le più povere o politicamente indifese, Italia compresa.

"Rischia di saltare", ha aggiunto Calenda all'assemblea annuale dell'Ania, "per la mancanza di fiducia verso qualunque cosa sia internazionalizzazione". Chissà come mai, vero? Gli europei hanno talmente toccato con mano i vantaggi della cosiddetta "internazionalizzazione" che gli inglesi han votato per la Brexit e una decina di altri Stati si dicono pronti a seguirli. Ma Calenda non sembra rendersene conto e prosegue nel suo pistolotto moraleggiante. "La mancanza di fiducia e la mancanza di delega verso una governance certa europea stanno distruggendo la politica commerciale europea", ha chiosato il ministro. Rimpiangendo dunque una "mancanza di delega" delle nostre libertà che ci fa tornare in mente quella "cessione di sovranità" in nome della "democrazia" invocata a suo tempo da Mario Monti. Che ha portato ad una situazione di euroschiavismo (cessione della sovranità monetaria e normativa) che è sotto gli occhi di tutti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Vota il tuo mini Bot: quale preferisci?
Il concorso lanciato da Claudio Borghi

Vota il tuo Mini BOT: quale preferisci?

Renzi il diffamatore
Ancora Tu? Ma non dovevamo vederci più!?

Renzi il diffamatore

Vota il tuo mini Bot: quale preferisci?
Il concorso lanciato da Claudio Borghi

Vota il tuo Mini BOT: quale preferisci?

Il calo dell'export: a luglio -1,4%
Però crescono le importazioni

Il calo dell'export: a luglio -1,4%

Vivendi indicherà un gestore quota Mediaset
Authority vigilerà su rimozione posizione vietata

Vivendi indicherà un gestore quota Mediaset


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU