FU LEGITTIMA DIFESA

Archiviato Stacchio, fine di un incubo

Nel febbraio dell'anno scorso il benzinaio vicentino Graziano Stacchio aveva ucciso con il suo fucile uno dei rapinatori che minacciavano una commessa di gioielleria

Redazione
Archiviato Stacchio, fine di un incubo

Foto ANSA

Dopo mesi e mesi di angosce, di stress e di spese legali non indifferenti, per l'uomo è finito l'incubo: la Procura di Vicenza ha depositato la richiesta di archiviazione del procedimento per "eccesso colposo di legittima difesa". I giudici hanno difatti appurato che in effetti i banditi spararono per uccidere, con raffiche di mitra ad altezza d'uomo. Stacchio aveva dunque reagito ad una "minaccia mortale".



Il benzinaio si schernì da chi allora lo voleva considerare un simbolo, quello del cittadino che si difende dalla violenza di banditi stranieri che contano di poterla sempre fare franca, in virtù delle falle della nostra giustizia. All'epoca il dibattito sul confine che separa lalegittima difesa dall'eccesso della stessa infiammò gli animi e riempì i talk-show. Infine giustizia, quella vera, è stata fatta.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Remo Gobbi:
Il non-editoriale
Alessandro Morelli

Il non-editoriale


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU