populisti alla riscossa

Marine combatte anche per la Lega!

Intervista a Philippe Vardon, anima nizzarda del Fronte, consigliere regionale in Provenza e membro della task force “Idee e Immagini” che coadiuva la campagna di Marine

Max Ferrari
Marine combatte anche per la Lega!

Da sinistra: Olivier Bettati, Max Ferrari, Vardon, Tioli e il segretario generale del Fronte Nicolas Bay

Marine può vincere? E se non vincesse ma arrivasse al 40%? Macron sarà in grado di governare?
Sì, il popolo può vincere! Se il candidato del sistema coalizzato (vecchi partiti e vecchi politici, mass-media, nani e ballerine con tutto il carrozzone para-intelletuale) dovesse vincere, il suo progetto di deregolamentazione globale (anche in campo sociale e identitario) lo metterà rapidamente in difficoltà di fronte ai francesi. Inoltre, Marine e i suoi deputati, a quel punto a capo di una forte opposizione, saranno sia le sentinelle del popolo sia i portavoce della collera della gente in parlamento.


Noi abbiamo l'impressione di una risalita di Marine Le Pen più forte di quella dei sondaggi ufficiali che dicono che sarebbe distanziata di oltre 20 punti percentuali da Macron. Cosa ne pensi?
Abbiamo, in effetti, il sentimento di una formidabile spinta popolare là dove Marine ha potuto ricordare il bilancio disastroso di Macron come ministro socialista di Hollande. A qualche ora dalla fine della campagna è certamente difficile fare dei pronostici ma possiamo dire di aver fatto una incredibile battaglia contro tutto e contro tutti e questo darà i suoi frutti: domani o tra un mese, ma li darà.


Come pensate di fermare l'immigrazione clandestina? E come fermerete il terrorismo e l'islamismo?
Cominciando a ritrovare le nostre frontiere nazionali, per sapere e decidere chi viene a casa nostra e poi, naturalmente, procedendo alla espulsione automatica e immediata di tutti i clandestini con il divieto assoluto di regolarizzarli. A fronte del terrorismo islamista, Marine farà una guerra totale, senza la minima debolezza, cominciando con l’attaccare le sorgenti del fenomeno che sono l’immigrazione incontrollata, il comunitarismo e il fondamentalismo islamista. Nello specifico saranno chiuse tutte le moschee radicali e saranno rese illegali tutte le associazioni legate a questa ideologia.


Voi avete proposto l’espulsione dei terroristi già noti, segnalati ma a piede libero, ma come farete con quelli che hanno anche la nazionalità francese o solo la nazionalità francese?
Sì, espelleremo gli stranieri legati all’islamismo e, per quel che riguarda i bi-nazionali implicati in questi gruppi, gli annulleremo la nazionalità francese e li rimanderemo al loro paese di origine. Se avessero solo la nazionalità francese li metteremo in carcere per alto tradimento, come prevede la legge inerente i rapporti con il nemico e lo spionaggio che esiste ma non è applicata.


La giustizia francese molto tollerante con i terroristi è stata molto intollerante con te: condannato per esserti difeso e aver difeso la tua famiglia. Se vince Macron si va verso una specie di dittatura del pensiero dove ogni opposizione "populista" sarà vietata?
Grazie per averlo ricordato. Sono stato condannato per aver difeso mia moglie e i miei figli dall’assalto di TRE aggressori, noti delinquenti multirecidivi, di cui uno già condannato 12 volte, che ce l’avevano con me per il mio impegno contro l’islamismo. Secondo certi giudici i patrioti non hanno alcun diritto di difendersi. Una cosa è certa: abbiamo ben visto durante questa campagna elettorale come la giustizia possa essere usata a fini politici e io non ho nessuna fiducia.


Cosa pensi dell'allarme lanciato da grandi intellettuali come Philippe De Villiers e Zemmour sui progetti di spartizione della Francia tra il governo e gli islamisti cui sarebbero ceduti dei territori? Quale è la situazione reale?
Esistono oggi in Francia molteplici fratture: geografiche, sociali, generazionali, territoriali. E’ certo che dei settori interi che erano già diventate delle pericolose “zone senza legge” sono oggi anche delle“zone di non-Francia”, dove i valori della nostra civilizzazione così come le leggi della Repubblica hanno ceduto il passo alla leggi dei capi-banda criminali e degli imam islamisti.


Perchè molti intellettuali lanciano allarmi sulla identità francese in pericolo ma poi, in campagna elettorale, non si schierano chiaramente con Marine?
Io credo che sia giusto e sufficiente che ognuno faccia il suo compito nel suo campo di competenza. Certo sarebbe stato bello un po' più di coraggio da parte di alcuni in un momento così cruciale.


Dopo le elezioni presidenziali ci saranno le legislative. In qualsiasi caso voi sarete il primo partito di Francia e fortissimi al sud. Cosa si aspetta dalle legislative?
Che offrano una maggioranza alla Presidente Le Pen! E se per sfortuna del nostro popolo lei non sarà eletta, allora si tratterà di consolidare il nostro ruolo di prima forza di opposizione anche in Parlamento dove oggi, a causa di una legge iniqua, abbiamo solo 2 deputati su 577.


Tu sei consigliere regionale in Provenza e anima popolare del FN a Nizza. Quali sono i punti del programma di Marine che a te e alla gente del sud della Francia interessano di più? L'immigrazione per esempio? E perchè?
Io credo che il programma sia da vedersi come un insieme di tante cose perfettamente coerenti tra di loro. Marine è la candidata della nazione che protegge i suoi cittadini: protezione fisica attraverso la sicurezza certo, ma anche protezione sociale, culturale, identitaria di fronte alla immigrazione-invasione, protezione ecologica, protezione di una nazione lasciata in balia dei disastri combinati dalla globalizzazione selvaggia. Penso che è questa coerenza che ci fa guadagnare sempre nuovi elettori, non solo al sud, storico bastione, ma come vedete, anche al nord e in tutta la Francia.

La Lega Nord vi segue con grande attenzione e amicizia, vuoi lanciare un messaggio?
Amici, fratelli, la nostra lotta è la stessa: noi salveremo i nostri popoli insieme o moriremo insieme! Solo con la vittoria di Marine in Francia e di Matteo in Italia cambieremo l’Europa per il ritorno dei Popoli e della Patrie. Un saluto caloroso lo mando anche a Paolo Grimoldi che con la Lega Lombarda ha creato un vincolo speciale di amicizia e fratellanza con Nizza, le Alpi Marittime e il Front National della regione provenzale. Insieme siamo più forti!

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo

Che tranvata per Frau Merkel: la Cdu crolla sotto i colpi della Spd. Affermazione dei populisti
elezioni in bassa sassonia: Affermazione dei populisti

Che tranvata per Frau Merkel: crolla sotto i colpi della Spd


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU