Espugnate le roccaforti rosse

Lega in trionfo a Pisa, Ziello: "Decisivo il buongoverno di Cascina"

L'assessore della giunta Ceccardi vince contro le previsioni dei sondaggisti nell'uninominale della Camera. Il Carroccio in pochi anni ha sfondato quota 20% partendo dallo 0 virgola

Marco Dozio
Lega in trionfo a Pisa, Ziello: "Decisivo il buongoverno di Cascina"

Foto da Facebook

Il PD crolla ovunque. E il tonfo è ancora più clamoroso nelle (ex) regioni rosse, dove la Lega conquista una serie di collegi uninominali che sondaggisti, analisti, giornaloni e grandi esperti assegnavano al partito di Renzi. Al collegio uninominale di Pisa per la Camera, il leghista Edoardo Ziello trionfa distanziando di 4 punti il candidato PD, grazie al traino della Lega di Salvini che sfonda quota 20%, mentre Forza Italia è all’8,9%. E pensare che in quel territorio, solo 5 anni fa, il Carroccio era ridotto ai minimi termini, a un irrilevante 0,6%.

In mezzo l’exploit del 18% alle regionali del 2015 che ha preparato il terreno per l’impresa alle politiche. “Stiamo parlando di un risultato storico, per il quale è risultato decisivo il buongoverno che la Lega ha messo in campo a Cascina”, spiega al Populista Ziello, assessore alle Politiche sociali nell’ex roccaforte rossa espugnata nel 2016 dalla Lega con Susanna Ceccardi. “C’è stato un ‘effetto Cascina’ oltre che si aggiunge all’ ‘effetto Salvini’. Basti pensare che dopo nemmeno due anni di amministrazione abbiamo incrementato i voti rispetto a quella elezione vincente: significa che il nostro modo di amministrare è apprezzato”.

Da Cascina l’onda salviniana ha contagiato il capoluogo, dove le urne hanno restituito un quadro impensabile fino a poco tempo fa: “Ho mandato idealmente un abbraccio ai gufi del PD convinti che avremmo perso a Cascina e in tutto il territorio del collegio. Gli è andata molto male. Ho ringraziato anche alcuni giornalisti, perché senza i loro articoli scorretti e faziosi non avremmo ottenuto questa vittoria eclatante”, aggiunge Ziello, che insieme al sindaco Ceccardi è il fautore della rivoluzione nelle assegnazioni delle case popolari che ha trasformato in realtà il principio “prima gli italiani”. “Ho vinto seguendo le orme di Trump: più il PD attaccava e più rilanciavo con gli interessi. Ma adesso è giusto abbassare i toni e pensare esclusivamente al bene del Paese. Arrivo a Roma sulla spinta dell’esperienza di governo locale, e rimarrò amministratore perché è fondamentale mantenere il contatto col territorio e le sue necessità”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ci siamo giocati il Padre Nostro! La Chiesa lo cambia
Salvini a Napoli, si scatenano le zecche rosse
Tensione al sit-in, giovane colpito

Salvini a Napoli, si scatenano le zecche rosse

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Perucchietti: "Soros? Specula per distruggere l'Occidente"
intervista esclusiva / il vero volto della storia

Perucchietti: "Soros? Specula per distruggere l'Occidente"

Alberto Bagnai: "Il PD ha demolito gli stipendi degli italiani"
Intervista all'economista candidato per la Lega

Alberto Bagnai: "Il PD ha demolito gli stipendi degli italiani"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU